header logo

Il Lecce di D'Aversa, dopo 3 impegni ufficiali, resta imbattuto, nonostante il blasone degli avversari affrontati in Serie A. In seguito al successo in Coppa Italia sul Como, i giallorossi hanno messo i bastoni tra le ruote a Lazio e Fiorentina, strappando complessivamente 4 punti.

Un bottino importante che certifica il lavoro svolto da società, area tecnica, allenatore e calciatori. È questa la strada da seguire: competenze, idee e coraggio. Può essere soddisfatto il presidente Sticchi Damiani, presente sugli spalti e inquadrato più volte da DAZN. Ora cinque giorni di calciomercato prima di Lecce-Salernitana, in programma domenica sera al Via del Mare.

Il presidente, a poche ore dal pareggio, ha parlato ai microfoni del Nuovo Quotidiano di Puglia:

Sulla partita

“Dopo il primo tempo avevo dovuto rilevare qualche prestazione iniziale al di sotto della media, ma conoscendo bene l'organico contavo sulla lucidità del nostro allenatore che, anche questa volta, è riuscito a fare molto bene; e della squadra, che ha risorse validissime anche in panchina. È stata tirata fuori una prestazione di livello e di grande prestigio contro una Fiorentina con tanti giocatori di valore: una grande squadra”.

Su Rafia e Krstovic, le due firme di Fiorentina-Lecce

"Rafia giocava in Serie C fino a poco fa, mentre Krstovic viene da un campionato certamente inferiore alla Serie A. Averli prima presi e poi inseriti in campo è una dimostrazione di competenza e coraggio della nostra area tecnica e del nostro allenatore".

Sul futuro di Federico Di Francesco, nel mirino del Palermo

“In vista della partita abbiamo congelato tutti. Di Francesco è un ottimo ragazzo e un bravissimo calciatore. Vedremo in questi ultimi giorni di calciomercato cosa accadrà”.

Sui tifosi presenti in trasferta

"Un plauso anche ai nostri 1500 sostenitori che, ad agosto, hanno riempito il settore ospiti dello Stadio Artemio Franchi".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"