header logo
Ahmed Touba

Esordio con il Monza, in una situazione complicata con il Lecce in 10 ed i brianzoli alla ricerca del gol del vantaggio; partita intera contro il Genoa, l’unica disputata per '90 minuti in Serie A che fa il paio con quella giocata contro il Parma in Coppa Italia; 10 minuti dal film horror a Roma, con cartellino giallo prima ed errore sul gol del 2 a 1 siglato da Lukaku; ottima prestazione a Bergamo, di sostanza e qualità contro il forte attacco dei bergamaschi ed, infine, buon ingresso in campo contro il Torino, a gara però ormai già abbastanza compromessa.

Il rendimento di Touba

Vi abbiamo descritto brevemente quello che ha combinato Ahmed Touba con la maglia del Lecce. Il difensore algerino non è stato impiegato tanto dal suo tecnico ed è anche stato assente diverso tempo tra problemi famigliari e Coppa D’Africa. Domenica, però, nel match contro l’Inter, salvo scelte clamorose, dovrebbe toccare a lui far coppia con Baschirotto nel ruolo di centrale di difesa. L’assenza di Pongracic causa squalifica, infatti, costringe D’Aversa a rivedere le sue certezze riguardanti il pacchetto arretrato, con Touba che sarà catapultato in campo, dopo circa due mesi dall’ultima partita giocata per intero a Bergamo.

Senso della posizione e colpo di testa

Le caratteristiche principali del centrale algerino ve le abbiamo appena scritte. Deve migliorare nelle scelte da compiere, vedi errore su Lukaku, ed anche in fase di impostazione, sebbene abbia un mancino educato per essere un difensore centrale. A lui, probabilmente, toccherà marcare Lautaro Martinez, dato che Baschirotto si occuperà di chi giocherà tra Arnautovic e Thuram. Insomma, una sfida impegnativa ma altrettanto stimolante per un ragazzo che ha già un bagaglio di esperienze nutrito, anche a livello internazionale. D’Aversa si fida di Touba e l’algerino proverà a non deludere il suo allenatore. Per fermare l’attacco nerazzurro servirà disputare la prestazione perfetta ed Ahmed è pronto a dismostrare il suo valore.

 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Champions League: può essere l'anno dell'Inter?