header logo

Si sono conclusi il 25 Luglio scorso i tolc test di Medicina in tutta Italia. Da quest'anno i test si fanno nelle Università più prossime per evitare che gli studenti affrontino lunghi viaggi e altrettante importanti spese per sostenere l'esame. Così a Lecce si sono svolti quelli per gli studenti provenienti dalle province di Lecce, Brindisi e Taranto.

I test sono cominciati il 17 e si sono conclusi il 25. In quei giorni, ricordate tutti, c'erano dei picchi di caldo pazzesco, con punte che sfioravano i 50 gradi e un'aria irrespirabile. Ed è proprio in queste condizioni climatiche che si sono svolti i test di Medicina nell'ultima giornata utile: i test, previsti per le ore 11.00, hanno subìto uno slittamento di un'ora perché all'arrivo degli studenti ci si è resi conto che l'aria condizionata era rotta. La Facoltà ha provato a ripristinare l'impianto di climatizzazione dell'ambiente ma senza riuscirci, così i responsabili del test hanno preso la decisione di procedere ugualmente. Il test a questo punto si è svolto alle ore 12.00, al culmine del caldo della giornata, in un ambiente non climatizzato e con porte e finestre chiuse, per rispettare gli standard di sicurezza richiesti dal test.

Insomma, il risultato è stato che la maggior parte degli studenti si sono sentiti male. Chi con maggiori problemi e chi anche solo sentendosi debole e poco lucido. Alla fine i test sono stati portati a conclusione ma le condizioni con le quali sono stati svolti non sembrano essere eque per tutti. Nei giorni precedenti infatti, i colleghi aspiranti studenti di medicina hanno potuto svolgere il test in un ambiente più fresco ed idoneo.

Quello che vi abbiamo raccontato era solo l'ultimo turno del 25 Luglio ed i disagi hanno raggiunto il picco senza che nessuno sia stato in grado di risolverli. A quanto pare anche nei turni precedenti sbalzi di corrente, spegnimento dei terminali ed internet assente (ricordiamo che i tolc med vengono fatti direttamente al PC) hanno procurato disagi e ritardi.

I test alla fine sono stati stoicamente portati a termine dai candidati, ma gli stessi e i loro genitori sono pronti a fare ricorso.

A UniSalento si erano prenotati in 2019 per partecipare alla prova a valenza nazionale, poi si sono presentati in 1.928.

 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"