header logo

Ormai mancano 12 giorni al ritiro precampionato che il Lecce svolgerà per il terzo anno di fila a Folgaria, sull'Alpe Cimbra. Qualche giorno prima invece si svolgeranno a Lecce le visite mediche dei calciatori che Roberto D'Aversa indicherà sulla lista dei partenti. Tra questi ci saranno sicuramente alcuni dei giovani protagonisti dello Scudetto Primavera appena conquistato. Lo stesso allenatore ieri, nel corso della conferenza stampa di presentazione, ha parlato della Primavera e del fatto che ha già avuto modo di vedere i ragazzi di Coppitelli in campionato: 

“Sul comunicato uscirà chi verrà in ritiro della Primavera. Ho visto qualche partita, in una contro la Sampdoria mi hanno impressionato 2-3 ragazzi. Loro devono vivere l'entusiasmo e non sentirsi arrivati”, ha specificato.

Chi sono i due o tre ragazzi? Difficile a dirlo, ma non è impossibile cercare di capire quali sono i ragazzi che potenzialmente potranno prendere parte al ritiro dei giallorossi. 

Primavera Lecce, quali sono i criteri con cui si sceglie un giovane da portare in prima squadra?

Naturalmente abbiamo ristretto la Rosa dei possibili convocati sulla base delle nostre sensazioni, facendo leva su quelli che sono stati i rispettivi campionati di questi ragazzi e sulle potenzialità. Bisogna tenere conto, nella valutazione di questo salto di qualità, di diversi aspetti poiché, nonostante il talento possa essere evidente, si tratta comunque di ragazzi tra i 17 ed i 20 anni, stranieri e lontani dagli affetti più cari. L'aspetto emotivo è quello di maggior rilievo quando si tratta di queste situazioni poiché potrebbe essere determinante nella maturazione calcistica. Non solo. La capacità fisica di adattarsi agli allenamenti dei professionisti è un altro aspetto da considerare. Si tratta infatti di ragazzi abituati ad allenamenti più blandi rispetto a quelli di una squadra di Serie A, con carichi di lavoro e stress inferiori. Ultimo ad essere menzionato, ma non nella lista, anche l'aspetto qualitativo. Tra la Primavera e la Serie A c'è un gap di 3-4 campionati (la Primavera potrebbe essere un campionato di Serie D), le qualità emerse sono comunque contestualizzate in quel campionato e non è detto che emergano, anche subito, nel confronto con i grandi. 

Primavera Lecce, chi partirà in ritiro con i giallorossi a Folgarìa?

Sulla base delle considerazioni fatte fino ad ora, non saremmo in grado di “prevedere” chi partirà in ritiro, dal momento che certi aspetti non si conoscono. Facendo leva esclusivamente sull'aspetto qualitativo, potrebbero essere fino ad 8 gli elementi chiamati da D'Aversa ad essere testati in ritiro a Folgarìa: Borbei, Dorgu, Samek, Berisha, Vulturar, Corfitzen, Burnete e Mc Jannet.

Per alcuni di loro potrebbe essere l'ultima chiamata. Parliamo di Borbei e Berisha che essendo 2003 sono diventati fuori quota per la formazione di Coppitelli (anche se un 2003 può essere tenuto in squadra). Naturalmente è più facile per il centrocampista centrare l'obiettivo in una Rosa che necessita di 3 titolari e 3 riserve e può permettersi uno o due giovani in più da formare in un processo di crescita che prima o poi potrebbe vederli in campo anche in spezzoni di partita. Più difficile la situazione di Borbei che invece, nella migliore delle ipotesi, potrebbe fare il secondo.  

Tutti gli altri invece saranno valutati con più serenità (o quasi) in quanto essendo 2004 possono rimanere in Primavera (in realtà sarà possibile confermarne solo 5 che è il numero massimo consentito) nel caso in cui non si ritenessero idonei per la prima squadra. 

 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"