SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
SARACINESCA

Bunker giallorosso: il Lecce è la squadra che subisce meno in Serie B. E al Via del Mare...

Scritto da Pierpaolo Verri  | 
foto di Giulio Paliaga

Gli expected goals (xG) misurano la pericolosità offensiva e la solidità difensiva di una squadra, permettendo di individuare, secondo un calcolo statistico, quanti gol una formazione dovrebbe segnare o dovrebbe subire a seconda della qualità dei tiri effettuati o subiti.

Secondo i dati raccolti da Footystats, il Lecce è una delle squadre più efficaci in attacco e al tempo stesso la più solida dal punto di vista difensivo dell’intero campionato di Serie B

I giallorossi, infatti, sono al quarto posto nella classifica degli xG prodotti, con una media di 1,74 xG a partita. Meglio della formazione allenata da Marco Baroni hanno fatto soltanto la Ternana (1,76), il Frosinone (2,05) e la SPAL (2,06). Il Lecce crea tanto e capitalizza con ottima efficacia le occasioni prodotte. In termini assoluti, infatti, la squadra salentina può vantare il secondo miglior attacco del campionato con 21 gol in 12 partite: una media di 1,75 reti a partita, quasi perfettamente sovrapponibile a quella degli xG, pari, come detto a 1,74.

Se il dato sulla produzione offensiva può far di certo sorridere mister Baroni, a stupire ulteriormente è quello relativo agli expected goals subiti (xGA), ovvero alla qualità di occasioni da gol concesse agli avversari. Il Lecce, infatti, è la squadra con meno xGA in tutto il campionato: appena 1,09 xGA. In questa speciale classifica, i giallorossi si trovano davanti al Cittadella (1,12), al Frosinone (1,16) e al Brescia (1,32). 

I numeri diventano ancora più interessanti considerando le partite casalinghe e quelle lontano dal Via del Mare. In trasferta, infatti, il Lecce concede qualcosa in più agli avversari, subendo una media di 1,50 xGA a partita. Prendendo in esame le sole partite in casa, invece, i giallorossi non hanno rivali. Al Via del Mare, infatti, il portiere Gabriel risulta spesso e volentieri spettatore non pagante del match, considerando che il suo Lecce concede appena 0,67 xGA a partita. Significa che, secondo il calcolo statistico in esame, i giallorossi, in media, concedono molto meno di un’occasione da gol a partita ai propri avversari. La straordinarietà del dato si evince prendendo in considerazione i numeri delle dirette concorrenti. Nella classifica degli xGA casalinghi, infatti, il Lecce precede il Cittadella (1,05), il Frosinone (1,15) e il Perugia (1,16). Basti pensare che Brescia capolista concede 1,21 xGA a partita, quasi il doppio rispetto alla squadra salentina. Il Via del Mare è diventato un fortino per Lucioni e compagni.

La bontà dei dati difensivi è testimoniata anche dal numero complessivo di gol subiti e dal numero di clean sheets collezionati da Gabriel. Il Lecce è la seconda miglior difesa in assoluto del campionato, con 10 reti in subite in 12 partite (ha fatto meglio solo la Reggina a quota 9). Un dato parzialmente inquinato dal secco 3-0 rifilato dalla Cremonese all’esordio in campionato, che rappresenta un’anomalia nel percorso della squadra giallorossa. Nel seguente filotto di 11 risultati utili consecutivi, infatti, la squadra di Baroni ha subito appena 7 reti, con il portiere Gabriel che è riuscito a mantenere la propria porta inviolata in 5 delle 10 occasioni in cui è sceso in campo. Un vero e proprio bunker giallorosso, che può rappresentare il segreto nella rincorsa alla Serie A .