SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
SETTORE GIOVANILE

Primavera, cosa deve accadere all'ultima giornata perché il Lecce si salvi?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Il campionato del Lecce è appena terminato con una enorme soddisfazione, ma la dirigenza ed i tifosi giallorossi sono ancora in ansia per le sorti della squadra Primavera, che sta lottando punto a punto con le altre contendenti per ottenere la salvezza senza dover passare dai playout.

La situazione di classifica, dopo l’ultima giornata disputata, vede Napoli e Milan a quota 40 punti, con il Genoa a 38 ed il Lecce a 37. 

Nella prossima giornata, l’ultima dell’intero campionato, i partenopei dovranno vedersela contro il Verona, squadra ormai già salva che non ha nulla da chiedere a questo torneo, mentre Genoa e Milan si affronteranno nel più classico degli scontri diretti, con i rossoneri che nel match di ieri sono riusciti a pareggiare il derby praticamente allo scadere. 

I giallorossi, dal canto loro, affronteranno un Torino anch’esso salvo ma per ottenere la salvezza diretta Vulturar e compagni non dipendono soltanto dalla loro vittoria. 

La formazione di Grieco, infatti, deve sperare anche che il Genoa non batta il Milan e che il Napoli perda in casa contro il Verona. Tutto questo appare improbabile ma il calcio ci ha già abituato a scenari sorprendenti e per questo i ragazzi giallorossi dovranno solo pensare a vincere la loro partita, anche perché il miglior piazzamento in classifica garantirebbe un vantaggio importante anche qualora dovessero essere spareggi salvezza. 

REGOLAMENTO PLAYOUT

Innanzitutto viene infine specificato che le due Società classificatasi al 15° e al 16° posto disputano il Play Out per la permanenza nel campionato Primavera, in gare di andata e ritorno. Ha diritto di giocare in casa la gara di ritorno la Società meglio classificata al termine del campionato (prima fase).

Ottiene la permanenza nel Campionato Primavera 1 la società che, al termine della partita di ritorno, ha segnato il maggior numero complessivo di reti nelle due partite o, in caso di parità nelle reti complessive, il maggior numero di reti in trasferta.

Risultando anche pari il numero di reti segnate in trasferta, le società devono disputare due tempi supplmentari da 15 minuti. Se durante i tempi supplementari, le due squadre segnano uno stesso numero di reti, le reti segnate in trasferta valgono doppio. 

Se nessuna rete viene segnata durante i tempi supplementari, l’arbitro provvede a fare battere i calci di rigore. 

 

 

 

 

 


💬 Commenti