header logo

Che il Lecce riesca a segnare due gol nei primi 15 minuti di gioco è qualcosa di davvero anomalo. I tifosi giallorossi non sono abituati ed infatti ieri non volevano credere ai propri occhi quando prima Gendrey e poi Dorgu hanno gonfiato la rete della porta difesa da Consigli e spalancato le porte ad una vittoria molto importante nell’economia di questo campionato.

Quando è accaduto l’ultima volta?

Per ritrovare un caso del genere, ossia due gol del Lecce nel primo quarto d’ora in una sfida di Serie A, bisogna andare indietro di addirittura 19 anni. Insomma, tantissimo tempo. 

La partita quella volta era Lecce-Cagliari e si giocava al Via Del Mare. Era ottobre, sesta giornata di campionato, con Baldini appena arrivato sulla panchina giallorossa. I sardi, invece, erano allenati proprio da Davide Ballardini, l’attuale tecnico del Sassuolo che ieri ha dovuto quindi ripagare dazio e vedere le maglie giallorosse festanti grazie ad un avvio di gara incredibile. Quella volta la furia dei salentini era probabilmente dovuta al cambio di allenatore, mentre in quest'occasione un approccio giusto ed uno stadio interamente giallorosso hanno fatto la differenza. 

luca gotti

Mai prima d’ora con Gotti

Con Gotti in panchina il Lecce è partito sempre forte ma, fino ad ora, soltanto contro la Salernitana i giallorossi avevano trovato ad inizio tempo la via del gol. Anzi, dell’autogol.

Contro Roma, Milan ed Empoli, invece, quantomeno inizialmente, sono mancati guizzo e lucidità, con un pizzico di egoismo che invece ieri è stato cancellato ed ha permesso ai giallorossi di festeggiare una vittoria di platino.

Adesso, però, dopo aver celebrato una statistica particolare e per certi versi curiosa, c’è da pensare subito al Monza. Una gara complicata, che il Lecce dovrà approcciare bene e dalla quale i giallorossi dovranno portare a casa punti preziosi per la propria salvezza. La rincorsa all’obiettivo ora passa dal Via Del Mare. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Il Lecce delle idee ha battuto il Sassuolo dei milioni