header logo

Il Verona sta vivendo un momento delicato. La società scaligera, infatti, ha già venduto diversi giocatori per scelta societaria. Marco Baroni, ex tecnico del Lecce ed ora allenatore del club scaligero, nella sua conferenza stampa di antivigilia della sfida contro la Roma, in programma per sabato alle 18 all'Olimpico, ha parlato anche della cessione di Cyril Ngonge al Napoli, con il giocatore che passerà agli azzurri per 20 milioni di euro, bonus compresi. Queste le sue dichiarazioni riportate da TuttoMercatoWeb:

È una perdita importante, sapevo che era un giocatore molto attenzionato, sapevo anche che la società avrebbe fatto di tutto per non farlo uscire a meno che non si fossero presentate delle condizioni particolari che alla fine si sono verificate. Comunque andiamo avanti, resto fiducioso, ci sono tutti i presupposti per far bene e continuare a lottare.

Folorunsho contro Sansone

Tra assenze per infortunio e cessioni dell'ultimo mese 

L’allenatore gialloblù dovrà fare i conti con le tante assenze e le cessioni che stanno colpendo in questo momento la sua squadra:

Siamo un pochino contati, ieri abbiamo lavorato su delle soluzioni, dovremo lavorare sulla gestione della partita ma io rimango fiducioso, sono situazioni in cui ci si unisce ancora di più. Folorunsho sta meglio, ieri si è allenato molto bene. Oltre a lui ci sono dei ragazzi che scalpitano, penso a Cabal, che ora dovranno farsi trovare pronti.

Cambio di modulo: un'intuizione vincente 

L’intuizione di modificare il sistema di gioco e la disposizione tattica ha rappresentato un vantaggio per la compagine scaligera. Il Verona, infatti, ha conquistato 2 vittorie nelle ultime 4 gare, negli scontri diretti contro Empoli e Cagliari: 

La squadra ha trovato maggior fiducia e compattezza, sa di potere essere pericolosa e questo lo dobbiamo mantenere anche in partite difficili come possono essere quella dell'Olimpico contro la Roma. 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Bonanni non dimentica Lecce-Bari del 2008: "Fu bellissimo, per Conte..."