Pontus Almqvist mattatore assoluto nei primi impegni ufficiali del Lecce. L'esterno svedese arrivato dal Rostov si è subito ritagliato un posto da titolare nell'undici di D'Aversa ed anche un ruolo da protagonista attraverso grandi prestazioni.

Il super agosto di Almqvist è partito a Cadiz, dove ha segnato il gol dei salentini in quello che si può considerare un impegno semi-ufficiale, in quanto disputato contro una formazione di massima serie con in ballo un trofeo storicamente prestigioso.

L'ex Pogon si è poi ripetuto in Coppa Italia contro il Como, decidendo la partita; la sua rete è arrivata dopo un precedente squillo “alla Robben” tolto dall'incrocio dei pali. Ieri, invece, il gol che ha aperto la rimonta contro la Lazio: il primo del Lecce nella Serie A 2023-24.

Almqvist è indiscutibilmente il calciatore più in forma in casa Lecce: allo stato attuale, un intoccabile. D'Aversa in conferenza ha precisato che lo svedese si sta muovendo nel suo ruolo naturale, ovvero esterno destro, la stessa zona di campo occupata da Strefezza.

L'italo-brasiliano, nei primi 2 impegni ufficiali, ha agito da “falso 9”, lasciando strada spianata ad Almqvist sulla corsia di destra. Quando il vero 9, ovvero Krstovic, sarà a disposizione, chi resterà fuori?

Va (a sorpresa) in discussione Strefezza, capo-cannoniere del Lecce nella passata stagione. Con un Almqvist così, il capitano dei salentini potrebbe essere spostato in un'altra zona del campo, o addirittura partire dalla panchina. 

Con Strefezza esterno sinistro (dunque a piede invertito), verrebbe tagliato fuori Banda, pronto a subentrare insieme a Di Francesco. Ad oggi non ci sono indicazioni in merito, ma per caratteristiche il capitano del Lecce potrebbe agire anche da trequartista in un 4-2-3-1, sostituendo di fatto Rafia. Una soluzione che non è stata ancora pronta da D'Aversa ma non è da escludere.