header logo

Al termine della partita amichevole contro il Cadiz, vinta da quest'ultima ai calci di rigore, a parlare è il presidente Saverio Sticchi Damiani.

“Permettetemi di ringraziare il Cadiz per l'ospitalità, per questa serata di festa e per l'opportunità di giocare in uno stadio quasi sold out. C'è stata grande ospitalità da parte del presidente, dei dirigenti e del sindaco di Cadiz. Per quanto riguarda la gara devo dire che la squadra ha fatto vedere dei buoni segnali, ha tenuto sempre il campo bene, ha proposto gioco e ha cercato di non buttare mai via il pallone. Mi è sembrata una squadra che fa già vedere le sue caratteristiche, già si vede la mano del mister. I nuovi sembrano già perfettamente calati nel ruolo. Ha fatto bene Almqvist e anche Ramadani appena arrivato ha fatto vedere il suo valore”. 

Il presidente è intervenuto su Morten Hjulmand.

“Hjulmand? Rinvierei ogni ragionamento al momento in cui avremo qualche notizia ufficiale. Il ragazzo ha avuto un permesso su sua richiesta, si è incontrato con i dirigenti dello Sporting e aspettiamo gli sviluppi di questa trattativa”. 

Poi si è lasciando andare a commenti sparsi sulla partita.

"Mondo Cadice? Mi è piaciuto vedere uno stadio pieno di gente con la maglia della squadra. In uno stadio raccolto si colgono tanti dettagli, non oso pensare cosa farebbero i nostri tifosi in uno stadio come questo, sarebbe assordante, però mai dire mai. 

Strefezza? Non mi è dispiaciuto in quella posizione, ha fatto giocare bene la squadra. Sappiamo bene quello che manca e cercheremo di fare gli innesti che servono. Non abbiamo la presunzione di pensare che siamo già al completo. 

Stasera ho visto qualcosa che mi ha fatto pensare che quello step di crescita che auspichiamo si stia realizzando. Vedo che la qualità si sta alzando e vedo giocatori in crescita dopo un anno di serie A. Nel secondo tempo davamo la sensazione di poter vincere con la qualità. 

Mancano due settimane all'inizio del campionato, per me il percorso è tracciato ed è abbastanza evidente. I nuovi mi sono piaciuti. Mi è piaciuto come Almqvist ha interpretato il ruolo, Ramadani credo che abbia avuto oggi in aereo le prime nozioni tattiche. Rafia è stato un crescendo nel corso della partita, è iniziato in sordina e poi è diventato sempre più difficile togliergli la palla. 

Banda è un giocatore che incuriosisce tutti, in tribuna tutti mi chiedevano di lui. Lui crea superiorità numerica, quando è in palla la squadra è costantemente pericolosa. Il giocatore mi sembra in crescita. 

Il Lecce non lavora su un solo obiettivo, lavora su tanti obiettivi e lo fa nel corso del tempo. Ci sono talmente tanti nomi al vaglio dell'area tecnica che faccio fatica a ricordarmeli tutti. Sono contento però nel vedere che stiamo crescendo sotto tanti punti di vista. Anche nel settore giovanile ci sono novità in termini di scouting e di responsabili che si aggiungeranno. Stiamo crescendo passo dopo passo".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"