header logo

La Juventus torna al successo. Dopo il ko di Reggio Emilia, la squadra di Massimiliano Allegri ha ritrovato i tre punti e, momentaneamente, anche il secondo posto. Contro il Lecce è stato decisivo il gol realizzato al 57esimo da Arkadiusz Milik, preferito a Vlahovic nell'undici titolare. "Le partite non sono facili da vincere, la squadra si è dimostrata molto matura stasera. Non abbiamo concesso niente al Lecce, abbiamo avuto occasioni importanti noi e abbiamo avuto la pazienza di aspettare il momento giusto” ha dichiarato a fine partita il tecnico bianconero. 

È soddisfatto ma rammaricato il presidente Sticchi Damiani, invece: “La squadra ha fatto una buona prestazione, ha giocato una partita attenta e accorta, delle tre trasferte è quella in cui abbiamo concesso meno in termini di occasioni agli avversari. Abbiamo giocato una partita ben organizzata dal punto di vista difensivo. La Juventus era concentrata e vogliosa di vincere, il livello di difficoltà era massimo. Dispiace che il gol subito sia viziato da due irregolarità".

Abbiamo analizzato la partita in diretta su Twitch con Francesco Velluzzi, collega della Gazzetta dello Sport. Ecco la sua analisi sul match:

“Ho visto un Lecce equilibrato e compatto a cui, rispetto alle altre partite, è mancata la fase finale. Ha concretizzato poco e creato meno rispetto alle precedenti partite in cui aveva giocato tanto all'attacco. La squadra ha comunque tenuto testa alla Juve che è di un altro pianeta. Sfortunato su qualche decisione arbitrale. 

Due errori di Giua vanno segnalati: la presunta simulazione di Kaba ed un fallo fischiato su Almqvist, quando in realtà lo ha subito. Sono due episodi comunque pesanti. Nel complesso benino Lecce. Per me non bisogna esaltarsi: piedi per terra, ma la squadra ha retto. Ha preso gol nel secondo tempo su un'azione con qualche discussione. Direi bene”.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"