header logo

Circostanza insolita e alquanto curiosa quanto è accaduto nella gara tra San Lorenzo e Platense in Argentina. La sfida si è giocata nella notte, valevole per i sedicesimi della Coppa Nazionale, ed ha visto la vittoria dei padroni di casa ai calci di rigore dopo lo 0 a 0 dei tempi regolamentari.

Sin qui nulla di strano, se non che nella lotteria finale il direttore di gara ha dovuto cambiare la porta dopo il tiro di Lujan. La causa? Il campo è affondato nell’istante dell'appoggio del piede sinistro del numero 35 del San Lorenzo con il pallone che è finito in curva. 

SAN LORENZO-PLATENSE, COSA È ACCADUTO

Al secondo penalty, il primo era stato realizzato dalla Platense, il campo nei dintorni del dischetto del rigore non ha retto ed è crollato. Nel video diffuso da Tyc Sport si nota in modo corretto come il piede di Lujan sia completamente entrato nel terreno di gioco. Situazione che ha provocato l'errore dal dischetto del giocatore argentino e il seguente cambio porta da parte del direttore di gara. Alla fine il San Lorenzo è riuscito a vincere grazie alle due prodezze del suo portiere Batalla, autore anche del rigore definitivo.

SE CI FOSSE STATO IL VAR…

Con il VAR quel tiro si sarebbe dovuto ripetere, ma in questo caso, senza poter rivedere l'azione, il direttore di gara ha deciso di proseguire la lotteria dei penalty nell'altra porta visto che quella parte di campo era stata danneggiata.

In un primo istante, il portiere del San Lorenzo, Augusto Batalla si è rifiutato di sostituire porta, visto che dietro l'altra c'erano i tifosi rivali, ma poi si è trasformato nell'eroe della serata. Decisive le parate su Taborda e Ronaldo, per poi segnare quello del determinante 4-3 per il passaggio del turno del San Lorenzo.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"