header logo

Il Foro Italico si prepara a diventare nuovamente il palcoscenico di un evento sportivo di rilievo internazionale. Da domani, venerdì 7 giugno, prenderanno il via i Campionati Europei di Atletica Leggera Roma 2024, che tornano in Italia dopo cinquant'anni dall'ultima edizione romana del 1974. L'annuncio è stato dato oggi dalla European Athletics nel prestigioso Salone d’Onore del CONI, alla presenza di un nutrito gruppo di giornalisti italiani e stranieri.

Per sei giorni, dal 7 al 12 giugno, l'iconico Stadio Olimpico e il Parco del Foro Italico, incluso lo storico Stadio dei Marmi, saranno teatro di competizioni tecnicamente avanzate e visivamente spettacolari. Si attendono a Roma più di 1600 atleti provenienti da 48 federazioni europee, pronti a sfidarsi per aggiudicarsi una delle 147 medaglie in palio, distribuite su 24 discipline. L'evento si articolerà in 11 sessioni, suddivise tra mattina e sera, per un totale di sei giorni di gare ininterrotte.

L'evento vedrà la partecipazione di circa 8.300 persone accreditate, tra cui 2.700 membri dei team delle 48 federazioni, 168 giudici, quasi 1.000 volontari e 700 addetti ai media. La copertura mediatica sarà assicurata da 41 emittenti radiofoniche e televisive, sia italiane che internazionali.

I Campionati non solo metteranno in luce le stelle dell'atletica, ma coinvolgeranno anche gli appassionati e i runner. Infatti, domenica 9 giugno si terrà la "Roma 10K", una corsa aperta a tutti, competitiva e non, con partenza e arrivo presso i Fori Imperiali, lo stesso luogo da cui partirà la mezza maratona maschile e femminile, che si concluderà all'interno dello Stadio Olimpico.

Le competizioni inizieranno domani alle 9.35 con la prima sessione di qualificazioni. Alle 18.00 è prevista la cerimonia di apertura nella Piazza della Fontana della Sfera al Foro Italico, che si trasformerà nella Medal Plaza per tutta la durata dei Campionati. Dopo la cerimonia, si terrà la prima finale: la marcia femminile di 20km, che avrà luogo lungo i viali del Foro Italico, circondando la Medal Plaza e lo Stadio dei Marmi, per concludersi all'interno dello Stadio Olimpico.

Pehlivanov al Lecce: le cifre dell’affare con l’Alcorcon
Audace Cerignola: per la punta c'è l'ex Lecce Cuppone