header logo

Marco Baroni ha parlato in conferenza stampa al termine di Lecce-Napoli. Di seguito le sue dichiarazioni.

“Sempre succedono queste situazioni, nel momento in cui si pagano a caro prezzo gli episodi. La squadra è viva, oggi a fine gara ho chiamato tutti. Ho detto che questo è l'atteggiamento che dobbiamo avere nelle prossime gare che affronteremo.”

“La squadra deve essere serena nel percorso, si sapeva che ci sarebbe stato da soffrire. Ma con questo atteggiamento che abbiamo dimostrato contro una grande di questo campionato acquisiamo fiducia”. 

“Oudin più vicino alla punta? La squadra non deve avere ampiezza con gli esterni, sia Oudin che Strefezza preferiscono venire dentro il campo, noi mandiamo al cross i terzini e ci arrivano. La squadra si è un po' liberata di un peso, a volte le occasioni che facciamo sono invisibili, penso all'episodio di Oudin dove se riesce a stoppare il pallone ora forse parleremmo di altro. Abbiamo tirato più del Napoli, la squadra sta bene e questo ci dà fiducia”. 

“La squadra c'è, i risultati sono una componente fondamentale, si lavora per questo. La squadra è centrata e arrabbiata, oggi ho rivisto una testa più leggera e più convinzione nel palleggio. Abbiamo concesso poco palleggio al Napoli, una squadra che fa un calcio di grande dinamicità. La squadra è sempre stata viva, ha sempre avuto grande compattezza fisica e mentale. Non siamo contenti, siamo terribilmente arrabbiati, ma so che bisogna sostenere i ragazzi e non bisogna perdere fiducia”. 

“Il gol di Di Lorenzo? Sono situazioni che succedono anche agli altri. Non è che il Lecce non può far tirare in porta il Napoli, non lo ha fatto nessuno. In questo momento siamo penalizzati. Siamo giovani ma non molliamo, combatteremo fino alla fine. Mi fa piacere che anche i tifosi ce l'abbiano chiesto”.

“La fiducia è fondamentale, non possiamo perdere convinzione e non lo faremo. Con questo atteggiamento arriveranno anche i risultati. Arriveremo in fondo tutti insieme, dobbiamo rimanere compatti nel saper affrontare un momento che può farti perdere l'equilibrio, ma noi non lo perdiamo".

“Il Napoli? Bisogna fare i complimenti alla società, al direttore, a Spalletti e alla squadra. Il campionato è ipotecato, ma secondo me è una squadra che arriverà in fondo anche in Champions”. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"