header logo

Sean Sogliano, direttore sportivo del Verona, ha parlato oggi in conferenza stampa, spiegando anche quanto manchi alla scelta dell'allenatore. Come ben sappiamo, tra i profili valutati c'è anche il nome di Marco Baroni, ex allenatore del Lecce.

"Il motivo principale di questa conferenza è il saluto a Marroccu, che non sarà più con noi. Siamo felici di aver ottenuto questo risultato, che in certi momenti della stagione era sembrato insperato. Le mie parole per Marroccu non sono di circostanza: abbiamo ottenuto questo risultato per merito di tutti, perché ci siamo aiutati l'uno con l'altro. Arrivando a stagione già iniziata avevo forse la testa più libera: ringrazio Francesco, gli auguro di trovare soddisfazione in altre avventure. Quando uno si comporta bene cammina sempre a testa alta".

Ci fa il punto sul futuro della panchina? Incontrerete Bocchetti?
"Noi facciamo fatica a staccare, gli unici che ci riescono sono i calciatori. Andranno fatte valutazioni ancor più nei particolari: Bocchetti e Zaffaroni hanno fatto un grande lavoro, sono contento di essere riuscito ad arrivare fino in fondo con loro. Ora vanno fatti dei ragionamenti insieme al presidente: oggi ho appuntamento con l'agente di Bocchetti, parleremo anche con Zaffaroni e poi prenderemo una decisione definitiva. Questa stagione ha tolto molto dal punto di vista nervoso. Ieri abbiamo trovato l'accordo per il rinnovo, che è stata una battaglia (ride, ndr). Entro la fine della settimana vogliamo essere sicuri della scelta che faremo".

Lei ha sempre detto che qui si lavora bene. Ci spiega meglio questo concetto?

"Un direttore sportivo deve fare il direttore sportivo. Io mi ritengo un grande aziendalista, i rapporti diventano quasi familiari, e le mie scelte sono sempre state orientate verso questo aspetto. Non mi piace fare la figurina, voglio andare dove lavoro e dove il presidente mi dà responsabilità. Qui ho trovato la possibilità di vivere questi rapporti al cento percento".

Ci fa il punto sul futuro di Tamèze e Hien?

"Entro la fine della settimana dobbiamo definire il futuro della guida tecnica della squadra. A Verona rimangono i giocatori che vogliono restare, trattenere chi vuole andarsene sarebbe un errore. Chi resta, deve lottare con il coltello tra i denti".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"