header logo

Lameck Banda è stato l’acquisto più oneroso dello scorso mercato estivo del Lecce. L’esterno dello Zambia è arrivato negli ultimi giorni di mercato ed è subito sceso in campo nel match contro l’Inter. All’inizio ha avuto un impatto devastante con il calcio italiano ma con il passare delle giornate i difensori avversario hanno iniziato a studiarlo e preso le dovute contromisure. Qualche ora fa il giovane giallorosso ha rilasciato un’intervista a BolaNews, nella quale ha raccontato il suo primo anno in Italia:

IMPATTO CON L’ITALIA 

“È il mio primo anno con il Lecce in Serie A e la tipologia di calcio che ho trovato qui è diverso da tutte le altre nazioni e squadre in cui ho giocato. Non è facile. Posso sicuramente segnare più gol, ma nel campionato italiano ci sono i migliori difensori. Sto lentamente acquisendo esperienza, non devo avere fretta”.

PARTITE DISPUTATE  

A volte gioco bene, ma il modo in cui le squadre di Serie A attuano le loro tattiche rende molto difficile segnare. Verrà il momento per me di fare meglio a livello realizzativo quando troverò il modo migliore per farlo. Sto lavorando sodo per segnare più gol. Il calcio qui è molto competitivo e ti trovi di fronte i migliori difensori, devo imparare e magari la prossima stagione farò meglio”.

CONSIGLI DI UMTITI

“Samuel mi dice sempre che sono un buon giocatore, ma la cosa più importante che devo fare è concentrarmi sulla finalizzazione. Mi dice che quando riuscirò a farla al meglio e segnare più gol, a quel punto sarò il migliore in Italia”.

Banda è un ragazzo giovane con ampi margini di miglioramento. Deve essere lasciato tranquillo per lavorare al meglio e poter sbagliare senza troppa pressione. Baroni ultimamente lo sta utilizzando con il contagocce ma l’esterno d’attacco potrebbe rappresentare un’arma nelle prossime giornate.

 

locandina open day
locandina open day
"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"

💬 Commenti