header logo

Arriva la seconda sconfitta consecutiva per il Lecce, che dopo il KO del Bentegodi contro il Verona è caduto anche in casa con la Salernitana. Momento difficile per i giallorossi, che venivano da sei risultati utili di fila. Le due reti degli ospiti sono nate da disattenzioni e hanno reso in salita la strada per gli uomini di Baroni.

Il Lecce ha subito accorciato con Strefezza e in un paio di situazioni ha sfiorato il gol, tuttavia il risultato finale non sorride. Soprattutto nel secondo tempo, è emersa difficoltà nella creazione di occasioni da gol. Momento delicato della stagione: dopo i due scontri diretti persi, i salentini il prossimo weekend saranno ospiti della Cremonese allo stadio Zini.

Ha parlato ai microfoni del Nuovo Quotidiano di Puglia il presidente Saverio Sticchi Damiani.

RAMMARICO
“Avremmo meritato il pareggio. Abbiamo pagato a caro prezzo due disattenzioni iniziali. La squadra ha avuto subito però una grande reazione e abbiamo avuto due occasioni: con Colombo e con il colpo di testa di Umtiti. A metà partita il pari sarebbe stato il risultato più equo, un premio a quello che stavamo dando dopo il doppio svantaggio, al quale avevamo reagito immediatamente, con personalità, grazie al gol di Strefezza”.

IL MOMENTO
"I giocatori hanno meritato il sostegno che il nostro pubblico straordinario non ha fatto mancare.
I ragazzi sul piano dell’impegno hanno dato tutti il massimo e mi pare che sia una cosa assolutamente importante: la serie A è così. Sappiamo bene che partite simili, periodi come questi, possono capitare. La bravura di una società e di tutto l’ambiente sta proprio nel restare lucidi specialmente in queste circostanze, affrontarle con l’equilibrio giusto. Ho apprezzato Maleh e mi dispiace per l’infortunio. Spero che non si sia fatto male. E adesso pensiamo a fare bene a Cremona".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"