header logo

Fabio Cannavaro, tecnico dell’Udinese, ha parlato della sua squadra e delle sfide che la attendono nel prossimo futuro: 

Il pari è importante, ci dà la consapevolezza di dover continuare come stiamo facendo. Abbiamo incontrato tre squadre forti ma abbiamo sempre avuto occasioni, questa è una cosa che mi fa ben sperare. Siamo propositivi, riempiamo l'area e arriviamo spesso al tiro. Ci permette di avere meno paura e più coraggio.

Scelte di formazione 

In passato sono mancate tante opportunità di scegliere tra i giocatori da schierare, io invece ne ho e devo saperle gestire. Brenner non ha 90’ nelle gambe e sta a me dosarlo, Lorenzo Lucca è giovane e non dimentichiamoci che ha portato la croce dell'attacco sulle sue spalle per gran parte della stagione.

Tre finali da giocare

Siamo consapevoli che le tre partite che ci aspettano saranno tre finali da giocare al massimo, convinti che ce la possiamo fare. Anche le nostre avversarie stanno lottando per la salvezza, troveremo ambienti caldi ma ce la vogliamo giocare.

Krstovic a contrasto

Le parole di Ehizibue

Kingsley Ehizibue, esterno dell'Udinese, ha parlato ai microfoni ufficiali del club friulano dopo il pareggio contro il Napoli raggiunto al 92' nella sfida di ieri al Bluenergy Stadium: 

Il punto è molto importante per noi. Adesso abbiamo tre finali. Abbiamo giocato una buona partita contro una squadra forte. Anche noi lo siamo. Ringrazio lo staff, sto sempre meglio. Adesso si pensa alla prossima gara. Contro il Lecce sarà un match intenso. Dobbiamo giocare come abbiamo fatto contro il Bologna e il Napoli. Il gol di Success? Isaac è un giocatore molto fisico e forte, è molto importante per noi. Sono contento per lui e spero ne faccia un altro.

A Udine, quindi, sono parecchio concentrati sulla sfida di lunedì, una gara da dentro o fuori che i friuliani non vogliono assolutamente sbagliare. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Pinna: "A Cagliari poco spazio alle perdite di tempo, concentrati sull'episodio VAR"