header logo

Pietro Ceccaroni e Simone Romagnoli sono stati presentati in conferenza stampa.

Trinchera: "Chiudiamo la pagina del mercato con la presentazione dei nostri due ultimi arrivati in ordine di tempo. Vi abbiamo spiegato già il motivo della doppia operazione. Ceccaroni, ex capitano del Venezia, arriva a titolo temporaneo con diritto di opzione. È un classe 95'. 
Romagnoli arriva dal Parma a titolo definitivo, classe 90'.
Sono ragazzi affidabili, che anche in passato abbiamo cercato. Sono stati protagonisti in A ad Empoli e Venezia. Rispondono alle caratteristiche di cui avevamo bisogno e arricchiscono l'organico con personalità ed esperienza. Ci daranno un grosso contributo per raggiungere il nostro obiettivo e sono già a disposizione del mister".

Ceccaroni: "Non è stato facile lasciare Venezia, avevo tanti amici e legami. Lecce era un'opportunità troppo importante per me e parlando direttamente col presidente abbiamo deciso fosse la cosa giusta per tutti, era arrivato il momento giusto. Non volevo lasciare andare via questa opportunità.

Il sogno è conquistare la fiducia di tutti, direttore, mister, compagni e tifosi. Voglio che questi 4 mesi diventino di più conquistando l'obiettivo di società e squadra. Il mister mi ha accolto bene spiegandomi i concetti della squadra. Abbiamo lavorato subito sul campo per capire cosa ci chiede.

Il Lecce deve mantenere equilibrio, non esaltarsi nei momenti belli e non demoralizzarsi in quelli brutti. Il campionato è lungo e fino alla fine puoi essere in ballo. La Serie A è così.

Maleh, Fiordilino e Di Mariano mi hanno raccontato cose positive su Lecce. Mi hanno detto di venire, che è una città bellissima ed un tifo caldo. Di Mariano mi ha dettoKl che è come se fosse casa sua. Sono parole belle che mi hanno dato una spinta in più.

La difesa del Lecce sta facendo molto bene e tutta la squadra aiuta la fase. Tutti lottano. Umtiti è un campione e dall'allenamento di ieri ho capito che il livello è molto alto. Cercherò di dare una mano mettendomi a disposizione".

Romagnoli: "Ho grandissime motivazioni, cerco di fare al meglio il mio mestiere. Ho grande entusiasmo e tanta voglia di contribuire a qualcosa di straordinario. Fisicamente sto bene. Ho avuto un problema muscolare alla coscia destra ma da 10 giorni sono a pieno regime.

Rino Soda la prima cosa che fa è guardare il risultato del Lecce e commentarlo. Con la Cremonese è una partita molto importante contro la squadra della mia città. Sarà un'emozione maggiore ma siamo qua per preparare una partita importantissima.

La società mi ha voluto fortemente e mi è bastato questo come stimolo, non ho esitato un secondo. Sono pronto per scendere subito in campo.

È un nuovo inizio dopo uno stop abbastanza lungo come non mi era mai capitato prima. Ho sentito fiducia ed ora sono concentrato al massimo per poter ripagare questa fiducia e contribuire a qualcosa di straordinario.

La quota salvezza non si può sapere, dipende da quanto le squadre riescano a svoltare. Abbiamo il compito di concentrarsi su noi stessi. Abbiamo una media punti in linea e mantenerla sarebbe un risultato straordinario.

A Foggia ho passato il primo anno della mia carriera con Zeman, ho ricordi straordinari. Era stata un'esperienza unica pur senza l'accesso ai play-off. Sono curioso di inserirmi in questa nuova realtà".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"