header logo

Morten Hjulmand ieri sera ha vinto la Primeira Liga Portoghese. Lo ha fatto indossando la maglia dello Sporting Lisbona da protagonista – il danese è a quota 47 presenze in stagione tra tutte le competizioni – con i tifosi che adesso gli chiedono a gran voce di restare e diventare il capitano di quella squadra.

I numeri dello Sporting

La formazione biancoverde ha festeggiato non giocando, grazie alla sconfitta del Benfica sul campo del Famalicao. 8 punti di vantaggio, infatti, sono sufficienti a 2 giornate dalla fine per vincere matematicamente un titolo che non è mai stato davvero in discussione, per merito di un percorso netto durante il quale lo Sporting ha conquistato 84 punti, frutto di 27 vittorie, 3 pareggi e solo 2 sconfitte. Hjulmand e compagni hanno segnato 92 reti, incassandone soltanto 29, un bottino incredibile in un torneo dominato dall’inizio alla fine. Adesso, nelle prossime due partite ci sarà la consueta passerella con annessa possibilità di rimpinguare il bottino e battere altri record. 

Hjulmand contro Orsolini

I numeri di Morten

Il danese è arrivato in Portogallo per 18 milioni + bonus ed è subito diventato un giocatore fondamentale nell’idea tattica del tecnico Amorim. In campionato ha preso parte a 29 partite su 32, segnando anche 3 gol e fornendo 2 assist, per un totale di 2155 minuti in campo. Hjulmand ha giocato sempre davanti alla difesa, nel ruolo che lo ha reso celebre anche nel Salento. Lì nel mezzo ha sradicato palloni – e rimediato anche 11 cartellini gialli – ma anche iniziato a verticalizzare con qualità, sfruttando gli spazi maggiori che lasciano in quel campionato.

In estate chissà cosa succederà. Potrebbe rimanere per giocare la Champions con la maglia neroverde o andare via, magari in Premier, per provare una nuova esperienza e salire un altro gradino nella scala di difficoltà del calcio europeo. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Ecco quanto è durata davvero Cagliari-Lecce