SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
CRONACA

Strefezza, Di Mariano, Coda: il Lecce vola col suo tridente

Scritto da Andrea Sperti  | 
foto di Giulio Paliaga

Lecce e Monza si affrontano per la settima giornata di campionato. I giallorossi scendono in campo con il consueto 4-3-3. In porta c’è Gabriel; in difesa Gendrey, Lucioni, Meccariello e Barreca; a centrocampo Majer, Hjulmand e Gargiulo; in attacco il tridente composto da Di Mariano, Coda e Strefezza. 

Le due squadre nei primi dieci minuti di gioco si studiano, con il Lecce che prova a spingere dal lato di Strefezza. 

Al minuto 17 Coda si sposta il pallone sul sinistro dal limite dell’area di rigore ma non inquadra lo specchio della porta. 

Al minuto 32 Marrone viene ammonito per un fallo netto ai danni di Gendrey. Sugli sviluppi della punizione Di Mariano calcia a lato di poco. 

Nel minuto di recupero il Lecce passa in vantaggio con il gol di Strefezza, al suo secondo gol in campionato. 

La ripresa ricomincia con due cambi nelle fila del Monza. I brianzoli partono con il piede giusto, ma Gytkjaer vanifica la grande sgroppata di Carlos Augusto. 

Al minuto 10 della ripresa i giallorossi raddoppiano il conto con Di Mariano, alla quinta realizzazione stagionale. 

Al minuto 21 Blin e Vera subentrano a Majer e Barreca. Al minuto 24 il Lecce triplica il punteggio con Massimo Coda, che sfrutta una incredibile cavalcata di Lucioni. Il difensore serve Di Mariano ed il pallone alla fine arriva a Coda, che da due passi insacca senza problemi. 

A dieci minuti dalla fine Strefezza va ad un passo dal 4 a 0, ma la sua conclusione esce di nulla. 5 minuti più tardi è Blin a sfiorare la rete del 4 a 0, dopo un grossolano errore di Di Gregorio. 

Listkowski e Calabresi subentrano a Strefezza e Gendrey. Senza recupero il direttore di gara, decreta la fine del match.