header logo

Federico Coppitelli, reduce dalla prima vittoria stagionale della sua Primavera, è stato intervistato durante l'ultima puntata di Piazza Giallorossa.

La sua Primavera è tornata a vincere

“Siamo partiti un pochino in ritardo sotto alcuni punti di vista, quindi ci sono stati tasselli che sono andati al loro posto gradualmente. Abbiamo avuto qualche contrattempo legato a qualche infortunio, e qualche partita sinceramente la potevamo vincere. La vittoria è arrivata nell’ultima e siamo contenti perché mentalmente ci sblocca; sono convinto che nelle prossime fasi del campionato faremo dei risultati differenti rispetto a quelli della prima parte”.

Sul pareggio del Bentegodi col Verona

Oudin Hien

"C’è un po’ di rammarico per qualche punto perso, ma si è in una posizione di classifica in cui molte squadre vorrebbero essere; secondo me quando hai rammarico e una posizione di un certo tipo, significa che stai facendo molto bene come squadra. Il rammarico rispetto alla gara di Verona è che sull’uno a zero bisognava chiudere la partita, riuscendo a fare il secondo gol; un'altra rete poteva aprire la strada per fare una vittoria larga”.

Domenica ci sarà Lecce-Bologna

Le difficoltà che riserva la partita penso che le faccia vedere la classifica. Il Bologna sta facendo benissimo, ha molta qualità; ovviamente è una partita complessa però devo dire che al Lecce ho visto fare delle ottime partite contro le squadre importanti, quindi paradossalmente sarà una partita molto aperta, quindi è ovvio che trovare una squadra così in forma è difficoltoso, anche se ho visto la partita col Torino e secondo me nel primo tempo ha faticato, poi ha trovato un gol un po’ particolare e la partita è girata mentalmente. N

Non è semplice trovare una squadra molto forte, in forma, che ha fatto benissimo; sarà una partita nella quale bisognerà avere pazienza, la capacità e la fortuna di girarla in positivo con gli episodi”.

Krstovic-Piccoli e Banda-Strefezza: e se ogni tanto si provasse a cambiare?
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita