SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
DICHIARAZIONI

Colantuono: "Il Lecce è in corsa, doveva fare un determinato percorso..."

Scritto da Filippo Verri  | 
Foto Giulio Paliaga

Stefano Colantuono ha parlato ai microfoni di ParmaLive.com commentando l'inizio di stagione in Serie B:

“Dare delle impressioni definitive non è facile perché il campionato è iniziato da poco. Si sono delineate certe situazioni con alcune sorprese: mi riferisco al Pisa, che attualmente è capolista e sta facendo un campionato al di sopra delle aspettative. Alcune squadre hanno confermato il ruolo che dovranno recitare. Altre squadre sono lì in corsa, compagini che dovevano fare un determinato percorso, come il Lecce e il Benevento. Infine ci sono formazioni sono leggermente attardate, ma il campionato di B è talmente lungo e imprevedibile che c’è tempo per fare tutto “.

Sulle difficoltà del Parma: “Secondo la mia esperienza, per dare dei giudizi definitivi bisogna aspettare il periodo tra gennaio e marzo. E’ in quel periodo che la classifica inizierà a delinearsi. Ora l’importante è rimanere attaccati al gruppo delle squadre più importanti che reciteranno un ruolo primario in questo campionato. E’ chiaro che dal Parma ci si aspettava una partenza un po’ più scoppiettante. Io dico però che c’è tempo per fare tutto, non ci si deve far prendere dallo sconforto o dalla depressione: credo che ci siano ancora i tempi per risistemare la classifica e recitare un ruolo da protagonista. Per far ciò è chiaro che il Parma non debba perdere ulteriore terreno”.

Su Buffon e Vazquez: “Sono due giocatori di primissimo piano. Quello di Buffon, per il Parma, è stato un grosso colpo non solo dal punto di vista del valore del giocatore ma anche a livello di immagine. Lo stesso discorso vale per Vazquez: nonostante non abbia un passato a Parma come Buffon, è comunque un giocatore importantissimo e valido”.

Sul derby tutto emiliano in programma contro la SPAL: “Sarà un bel confronto. Sono due squadre che ambiscono al ritorno in Serie A, immagino che sarà una partita molto combattuta. E’ una partita che entrambe le squadre vorranno vincere perché vogliono restare ancorate alla zona alta della classifica. Il Parma deve rientrare nelle prime posizioni perché è leggermente attardato, ma qualsiasi sia il risultato che ne scaturirà è ancora presto per dare giudizi definitivi. Sicuramente però mi aspetto una bella partita”.

Il segreto per vincere la Serie B: “La cosa più importante è la squadra. Inoltre sarà molto importante la calma, perché secondo me il campionato entrerà nel vivo a febbraio. Per questo è necessaria molta calma perché gli scenari possono cambiare da un momento all’altro. Da febbraio si deciderà tutto e occorre far trovarsi pronti per andare a fare lo sprint finale che prevede solo due promozioni dirette, mentre la terza squadra che salirà in A dovrà disputare i playoff. Credo che il Parma abbia le potenzialità per rientrare tra le prime due classificate perché ha formato una squadra importante. Con la calma e la pazienza si arriverà a fare i risultati”.