header logo

Con l'inizio di febbraio, è entrata in funzione la piattaforma antipirateria Piracy Shield, rappresentando un successo per la Lega Serie A di calcio. Questa piattaforma si concentra sulla lotta contro la pirateria online, che colpisce non solo gli eventi sportivi, ma anche tutte le trasmissioni in diretta o on demand.

Dopo quattro mesi di preparazione, Piracy Shield è ora operativa e offre la possibilità di bloccare entro 30 minuti qualsiasi trasmissione streaming pirata e i siti segnalati. La prima partita in cui la piattaforma sarà attiva è Lecce-Fiorentina, ma l'evento più atteso sarà sicuramente Inter-Juventus, in programma domenica sera.

Ma come funziona il Piracy Shield? Ecco alcuni dettagli

- La piattaforma agisce come un centro di comunicazione per vari soggetti coinvolti.
- I detentori dei diritti degli eventi sportivi sono i primi a segnalare una trasmissione pirata. Questa segnalazione viene inviata alla piattaforma, che genera un "alert".
- L'alert viene poi distribuito ai provider, ovvero gli operatori delle comunicazioni.
- Ai provider (circa un centinaio di quelli che hanno aderito) viene affidato il compito di oscurare le trasmissioni entro 30 minuti.

La piattaforma Piracy Shield è stata donata dalla Lega Serie A all'Agcom ed è stata sviluppata da una startup milanese chiamata Sp Tech. Questa startup, affiliata allo Studio Legale Previti, si occupa di creare piattaforme per la difesa del diritto d'autore e della reputazione online attraverso il monitoraggio costante del web e dei social media. Sarà interessante vedere se tutto funzionerà correttamente durante il prossimo weekend!

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
🔴 LIVE - Guarda Lecce-Fiorentina: statistiche in tempo reale