VERTICI SOCIETARI

Sticchi Damiani: "Vittoria liberatoria". Liguori: "La sentivo sulla pelle"

Scritto da Filippo Verri  | 

A poche ore dalla vittoria casalinga contro l'Atalanta, non potevano mancare le reazioni della dirigenza salentina. Queste le parole di Sticchi Damiani al Nuovo Quotidiano di Puglia:

“Abbiamo lavorato con passione e stiamo raccogliendo i frutti. Ho dovuto indossare la tuta. È stata davvero una serata che ha premiato il lavoro intelligente e generoso dei ragazzi e del mister. Abbiamo battuto l’Atalanta che in trasferta aveva sempre vinto cogliendo un solo pareggio. In due partite con il rischio di zero punti ne abbiamo colti quattro. Peccato per gli episodi sfortunati e per certi arbitraggi infelici che ci hanno tolto, quattro, cinque punti, che avremmo meritato. E’ stata una vittoria liberatoria.

Questa sera ci siamo concessi dieci minuti di meritata euforia, ma adesso pensiamo già alla partita con la Sampdoria fra soli quattro giorni. Vogliamo continuare. Dopo la partita con la Juve si è detto di tutto e di più. Ho voluto restare in silenzio, chiuso in me stesso per trasmettere ai giocatori ed all’allenatore, al gruppo, con Corvino e con Trinchera tutta l’energia e la fiducia possibile, contando sull’impareggiabile aiuto dei nostri tifosi sia in casa che fuori. Un’energia che la squadra ed il tecnico hanno riversato in campo, dimostrando il reale valore”.

Gioia immensa per il vice-presidente Liguori, autore di un post su Facebook:

"UNA VITTORIA CHE SENTIVO SULLA PELLE
In uno scambio di messaggi in famiglia avevo rivelato le mie sensazioni. Sentivo che i nostri ragazzi si sarebbero sbloccati al Via del Mare. Sono felicissimo, il Lecce ha vinto la sua prima partita in casa in una data importantissima per me e per i miei cari.

Una vittoria giunta sulle gambe di una squadra formata da ragazzi eccezionali e sulle corde delle emozioni più forti. Sette lunghi anni di impegno, sacrifici, lacrime, gioie, risultati, sette anni in cui non c’è stato un momento in cui non ho creduto di aver fatto la cosa giusta. Che bella serata, che grande soddisfazione, che gioia immensa. Un nove novembre 2022 indimenticabile.

Adesso testa alla Sampdoria, abbiamo fatto tanto ma ancora non abbiamo fatto nulla, avanti Lecce mio, avanti Lecce nostro.
Grazie a tutti i nostri tifosi che ci imprimono la forza di continuare a sognare insieme a loro."