header logo

Il Lecce di Roberto D’Aversa prosegue la sua preparazione in vista della prossima sfida di campionato che si giocherà lunedì 23 ottobre, alla Dacia Arena, e sarà valevole per il nono turno.

I giallorossi devono confermare quanto di buono fatto in questo inizio stagionale, dando continuità al buon pareggio ottenuto nell’ultima sfida contro il Sassuolo, macinando punti in vista dell’obiettivo finale della salvezza contro un avversario ostico, a caccia ancora del primo successo in campionato e motivato più che mai a svoltare questo deludente periodo di risultati sportivi.

Udinese-Lecce

Tra le statistiche dell’incontro che però cadono di più all’occhio ve ne è una in particolare che riguarda la formazione bianconera. Infatti, quando i friulani passano in svantaggio nei match casalinghi, solo nell’8% dei casi riescono a ribaltare l’incontro, vincendo la partita.

Ad esempio, in questo avvio stagionale non è mai successo: contro il Genoa, nell’ultima giornata disputata davanti al proprio pubblico e terminata in parità con il punteggio di 2-2, al gol di Guomundsson per i rossoblù, gli uomini di Sottil erano riusciti ad agguantare il pareggio prima con Lucca e poi grazie a un autogol, dopo essere nuovamente passati in svantaggio.

Per non parlare di quanto accaduto lo scorso anno: in 19 partite disputate davanti ai propri tifosi, solo nella sfida contro l’Inter (alla settima giornata) era arrivata una rimonta dopo essere passati sotto di un gol. Al momentaneo vantaggio di Barella, i padroni di casa erano riusciti a rimontare grazie a un autogol di Skriniar e alle reti di Bijol e Arslan.

Udinese-Lecce

Per il resto nove pareggi senza mai riuscire a ribaltare l’inerzia della sfida, così come nell’ultimo precedente contro i giallorossi, dove nonostante il pareggio di Beto in risposta al momentaneo vantaggio salentino, messo a segno da Colombo, i bianconeri non riuscirono a completare la rimonta, segnando il gol vittoria.

Ovviamente, quelli presi in considerazione sono solamente dati numerici che nulla hanno a che vedere con quello che accadrà lunedì sera, servono solo ad avvicinarsi meglio alla sfida, conoscendo in maniera più approfondita l’avversario. Nulla di più. Per il resto solo testa, carattere, fame, voglia di affermarsi, conquistando un altro, ennesimo successo indispensabile per avvicinarsi ancora di più al fatidico obiettivo stagionale.

 

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"