header logo

Meno di una settimana separa Udinese e Lecce, che si troveranno il prossimo 23 ottobre, alla Dacia Arena per il nono turno di campionato. Dopo il fermo dovuto alla pausa delle Nazionali, la Serie A torna a riaprire i battenti, pronta per regalare spettacolo e ad entusiasmare i suoi tifosi.

I giallorossi sono tra le rivelazioni di questo campionato con 12 punti in classifica e un inizio a dir poco sorprendente, con ben cinque risultati utili consecutivi nelle primissime uscite stagionali. La squadra allenata da D’Aversa è pronta a tornare in campo a caccia di un successo che sarebbe fondamentale, e non poco, per il prosieguo del torneo.

Roberto D'Aversa

Per il tecnico abruzzese sarà la sua 277 esima presenza in panchina da allenatore, la settima contro i friulani, tutte giocate nel massimo campionato. Il bilancio è più che positivo, considerando che non ha mai perso un incontro con tre vittorie e altrettanti pareggi. Riuscirà, anche con il suo Lecce, a mantenere l’imbattibilità?

Il primo storico risale alla prima giornata del campionato 2018/19, quando sedeva sulla panchina del Parma allo Stadio Tardini: al doppio vantaggio, da parte dei suoi ragazzi, messo a segno da Inglese e Barillà, arrivò la rimonta bianconera con le finalizzazioni di De Paul e Fofana; nel match di ritorno, disputato in Friuli Venezia Giulia, arrivò un successo per 2-1, grazie ai gol di Gervinho e Inglese; nella stagione seguente, sempre con i Ducali, arrivò un’altra vittoria in esterna nella gara di andata per 3-1, nella quale i suoi ragazzi riuscirono a rimontare l’iniziale svantaggio messo a segno da Lasagna per i friulani, grazie alle giocate di Gervinho, Gagliolo e ancora una volta Inglese; il match di ritorno, giocato davanti al proprio pubblico, terminò con un netto 2-0 grazie alle reti di Gagliolo e Kulusevski nel primo tempo.

Roberto D'Aversa

L’unico precedente della stagione 2020/21, risale alla ventitreesima giornata: al Tardini finì di nuovo 2-2 (come nel 2018/19) con l’iniziale doppio vantaggio degli emiliani grazie ai gol di Cornelius e Kucka (su calcio di rigore) e la rimonta dei friulani con Okaka e Nuytinck.

Infine, l’unico precedente da allenatore della Sampdoria, risale alla stagione 2021/22 con un pirotecnico 3-3, davanti ai propri tifosi, con reti di Quagliarella, Candreva e l’autogol di Stryger Larsen per la sua squadra e le marcature di Pereyra, Beto e Forestieri per l’Udinese.

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"