header logo

Pensare di poter acquistare un attaccante da 10-15 milioni, se non di più, rappresentava, a inizio anno, per le politiche societarie e le disponibilità finanziarie, un investimento troppo oneroso e dispendioso per le strategie di mercato del club di Via Colonnello Costadura che nonostante questo non si è fatto trovare impreparato, parando, ugualmente, su alternative valide che potessero competere ad alti liveli per i canoni della Serie A. Il duo Corvino-Trinchera, anche questa volta, sembrerebbe non aver sbagliato il colpo, puntando su profili giovani e di prospettiva che stanno contribuendo, a suon di gol e ottime prestazioni, al conseguimento degli obiettivi stagionali: Nikola Krstovic e Roberto Piccoli.

Il confronto con la passata stagione

Piccoli-Krstovic
Piccoli-Krstovic

Il tandem d'attacco giallorosso ha messo a referto, arrivati a questo punto della stagione, ben 9 centri in campionato di cui: cinque realizzati dal centravanti di nazionalità montenegrina e i restanti quattro dall'attuale numero 91, l'ultimo nella sfida di qualche giorno addietro contro la Fiorentina. Numeri confortanti per il reparto offensivo giallorosso, soprattutto se si considerano gli obiettivi del club in vista della fine dell'anno (in termini di campionato ovviamente), ovvero il raggiungimento della salvezza. Con loro a segno, la squadra ha sempre macinato punti, ben 14 (a eccezione di una sola circostanza: contro il Genoa, nel girone di ritorno, dove il momentaneo vantaggio messo a segno da Krstovic non fruttò alcun tipo di vantaggio vista la sconfitta finale), risultando, pertanto, decisivi per i compagni. 

Lo scorso anno, invece, il duo Ceesay-Colombo, aveva realizzato 11 marcature di cui: sei messe a segno dal centravanti gambiano e le restanti cinque da Lorenzo. Arrivati a questo punto della stagione, dopo ventitre partite, Assan aveva realizzato quattro reti, l'ultima contro l'Atalanta nella gara vinta per 2-1 al Gewiss Stadium, per poi riprendere a segnare nella sfida contro la Sampdoria, al Via del Mare, nel mese di aprile e pareggiata per 1-1; anche Colombo, dopo lo stesso numero di giornate, aveva realizzato quattro marcature per poi segnare l'ultima, e probabilmente la più importante con la maglia giallorossa, nella sfida giocata a Monza e valsa una salvezza proprio grazie a un suo gol su rigore.

Il confronto con le dirette concorrenti

Confrontando i numeri con le dirette concorrenti dei salentini, possiamo dire che il duo Krstovic-Piccoli non sta per nulla deludendo le aspettative, registrando numeri incoraggianti per il loro ruolo di prima punta:

Salernitana

Guardando in casa della Salernitana, ad esempio, nel ruolo di prima punta, ad aver realizzato il maggior numero di centri è Boulaye Dia con 4 marcature, seguito da Simy e Ikwuemesi entrambi con una rete all'attivo. Nel mercato di gennaio è arrivato, in prestito dal Granada, l'attaccante israeliano Weissman per rafforzare il reparto. Quanto potrà essere incisivo, aiutando i compagni a raggiungere una miracolosa salvezza?

Empoli

Empoli-Lecce
Empoli-Lecce stagione 2023/24

Anche l'Empoli ha provato a rinforzarsi nel mercato di gennaio, con gli innesti di Niang e Cerri nel reparto di attacco, considerando che i vari Cancellieri, Destro e Caputo hanno realizzato, assieme, solo tre reti (tutte messe a segno, tra l'altro, dal centravanti di Altamura). La squadra allenata da Nicola vanta il peggior numero di reti segnate in questo campionato: solo 15 con una media pari a 0.65 a partita. Dove potrà arrivare?

Cagliari

La compagine sarda occupa il terz'ultimo posto della classifica e nemmeno il suo attacco sta riuscendo ad incidere più di tanto: ad aver fatto meglio è il solo Pavoletti con 4 reti mentre Lapadula e Petagna ne hanno totalizzate solo una. 

Verona

Verona-Lecce
Verona-Lecce stagione 2023/24

La squadra dell'ex tecnico Baroni è quella che nell'ultima sessione di mercato si è mossa di più, sia in termini di entrata che in uscita. Ngonge e Duric, sicuramente, hanno dato un contributo non indifferente, con le loro reti, per raggiungere la posizione di classifica attuale (che rimane sempre insidiosa e delicata). Ora, Baroni dovrà fare affidamento sui vari: Henry (3 reti), Bonazzoli (un gol) e il nuovo innesto Swiderski. Riuscirà a raggiungere una miracolosa salvezza?

Frosinone

Soulé
Matias Soulé

Probabilmente, in termini numerici, la squadra che forse sta facendo meglio rispetto ai giallorossi è il Frosinone che ha trovato in Soulé un degno trascinatore verso il trguardo della salvezza. Sebbene, per caratteristiche, non sia una vera e propria prima punta, l'argentino ha già messo a referto 10 reti, diventando il primo giocatore nella storia dei ciociari ad andare in doppia cifra in Serie A. Per quanto riguarda, invece, le “vere” prime punte i vari Kaio Jorge, Cheddira e Cuni hanno messo a referto, in totale, 5 gol. Riuscirà a salvarsi la squadra di Di Francesco?

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
"Non ci sono parole, chissà cosa si inventeranno Domenica...": la teoria del complotto al contrario