SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
PAGELLE

Lecce-Alessandria, le pagelle dei giallorossi offerte da Margot

Scritto da Pierpaolo Verri  | 
Foto Giulio Paliaga

GABRIEL 6: non poteva fare granché sui gol, compie un grande intervento nel primo tempo. 

CALABRESI 6,5: uno dei pochi a salvarsi, sempre attento in entrambe le fasi e anche molto propositivo in avanti.

LUCIONI 5: si fa prendere il tempo da Ba sul raddoppio dell’Alessandria con troppa facilità, un errore marchiano che inficia inevitabilmente la sua prestazione. Con un po’ di fortuna serve l’assist a Coda per il 3-2.

TUIA 6,5: con un grande stacco di testa trova l’1-0, poco dopo sfiora anche la doppietta nello stesso modo. Un paio di disattenzioni dietro, ma bene nel complesso.

>>> MECCARIELLO 6: suona la carica sul finale di gara, decisiva una sua spizzata sul gol del 3-2.

GALLO 4,5: svirgola e regala il pari all’Alessandria, poi ci mette lo zampino (in negativo) anche sul raddoppio ospite, quando lascia crossare l’avversario con troppa facilità. Prestazione negativa su tutti i fronti.

>>> BARRECA 6: trova il fondo con facilità senza però riuscire a rendersi eccessivamente pericoloso. 

MAJER 5,5: pennella due corner sulla testa di Tuia, uno dei quali si tramuta in gol. Palla al piede però commette troppi errori gratuiti e in fase di non possesso è un po’ compassato.

>>> BJORKENGREN 5: entra bene, poi però sbaglia troppi appoggi.

HJULMAND 5: braccato dalla pressione avversaria non riesce a smarcarsi e a mettere in mostra le sue qualità in cabina di regia.

GARGIULO 5: lui è bravo ad attaccare gli spazi, l’Alessandria però li chiude bene e allora va un po’ in difficoltà. Ha una chance con un bell’inserimento di testa nel secondo tempo ma la cicca malamente.

>>> PAGANINI 5,5: entra dalla panchina ma non incide.

DI MARIANO 6: prova a rendersi pericoloso, quando ha la possibilità di trovare il tiro però manca lo specchio della porta.

CODA 7: Negli ultimi metri si vede poco per gran parte del match, poi però sul finale serve prima l’assist a Rodriguez e poi trova il gol del decisivo 3-2.

OLIVIERI 5: è bravo quando c’è da attaccare la profondità, lo è meno quando deve gestire il pallone. In avanti non riesce mai a rendersi insidioso. 

>>> RODRIGUEZ 7: si dà da fare sul fronte d’attacco, crea un paio di situazioni pericolose e alla fine trova il gol del 2-2 con un gran tiro da fuori.

BARONI 5: un Lecce compassato e privo di idee per larghi tratti del match, riesce ad acciuffare il pari grazie a una reazione nervosa, più che tecnica. Di buono ci sono i tre punti, ma sono tanti gli aspetti su cui lavorare dal punto di vista della prestazione.