GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
CONFERENZA STAMPA

Baroni: "Complimenti ai miei ragazzi. A Colombo dico sempre di giocare senza troppi pensieri"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Marco Baroni, tecnico del Lecce, ha parlato ai microfoni di Dazn al termine della partita pareggiata alla Dacia Arena di Udine. Ecco di seguito le sue parole:

"Sicuramente abbiamo sprecato qualche occasione di troppo, ma non siamo stati nemmeno fortunati nei due pali colpiti. La squadra ha fatto una prestazione attenta, di personalità, coraggio e compattezza. Abbiamo avuto una buona fase difensiva collettiva, siamo giovani ma ci serve spregiudicatezza. Insieme con i ragazzi stiamo cercando di ottimizzare tutto questo, non dobbiamo pensare alla classifica ma andare forte. Oggi lo abbiamo fatto anche con grande qualità, questa è la strada.

Come dico sempre ai ragazzi, dobbiamo essere spregiudicati ma con equilibrio. Oggi Colombo, al di là del gol, mi è piaciuto molto. Era al rientro dopo alcune partite in cui aveva giocato meno e mi è piaciuta la sua personalità, deve giocare senza troppi pensieri per la testa. Voglio, però, fare i complimenti a tutta la squadra.

I ragazzi sono sconfortati perché hanno fatto una grande prestazione e meritavano vincere. Noi dobbiamo fare queste partite per tutti: noi stessi, società e tifosi. Noi vogliamo essere protagonisti fino in fondo.

Umtiti? Avevo due giocatori con qualche problema e ho scelto di inserire Dermaku quando lui ha chiesto il cambio. Samuel mi è piaciuto tanto nel primo tempo, stiamo lavorando parecchio insieme, sia dal punto di vista del lavoto ma anche riguardo l’atteggiamento mentale. La sua prestazione è stata molto convincente, è stato sempre aggressivo, attento ed ha tirato fuori le sue qualità. Domani faremo accertamenti strumentali, è stato un colpo che gli ha preso tutta la gamba, vediamo cosa uscirà dagli esami". 

Queste le parole del tecnico giallorosso in conferenza stampa: 

Rammarico per la chance mancata da Banda?
"Spesso sbagliamo troppo dal punto di vista qualitativo nell'ultima scelta, nella rifinitura, sono contento della prestazione, di grande compattezza, equilibrio e coraggio. La squadra ha fatto ottime giocate, tenendo bene il campo, cercando di tenere l'Udinese lontana dalla nostra porta. Poi chiaro un po' il loro ritorno lo abbiamo subito, più di un paio di ragazzi sono andati un pochino in difficoltà. Questa è la strada giusta, dobbiamo continuare così".

Hjulmand migliore in campo, quanto può essere importante lui verso l'equilibrio?
"Con Morten ci siamo confrontati, è un ragazzo che anche lo scorso anno dal punto di vista difensivo, dell'applicazione, dell'attenzione, penso sia tra i più bravi. Ci sono stati momenti in cui ha cercato di andare in territori dove costruire prestazioni importanti, può diventare un centrocampista tuttocampo, perchè sa andare a prendere i palloni, ha corsa, sa gestirla. Mi sono sprecato nell'elogio a lui ma è tutta la squadra che ha fatto bene, ho sottolineato come la squadra stia trovando la giusta compattezza e oggi c'è stato il giusto coinvolgimento offensivo da parte di tutta la squadra. Lo abbiamo fatto molto bene a inizio campionato, poi c'è stata qualche gara dove abbiamo pensato troppo alla classifica, questa squadra deve andare, solo così possiamo trovare prestazioni importanti".

Un commento su Colombo?
"Lo abbiamo scelto perchè vediamo grandi potenzialità, va sempre via dopo a fine allenamento, ci stimola a farlo crescere. Talvolta in campo pecca di serenità, tavolta i ragazzi devono giocare con un po' di sana arroganza, senza paura di sbagliare. A volte gli serve una testa più libera, meno preoccupata, questo ti porta a prestazioni come quelle sue, di Gonzalez, di Gallo e di altro. SIamo tra le squadre più giovani d'Europa, ma questo non dev'essere un limite ma un qualcosa da sentire come un valore".

Come sta Umtiti?
"Una forte contusione, gli ha bloccato la gamba, dobbiamo fare dei controlli perché sembra più tendineo che muscolare. Finchè è stato in campo ho cercato di stimolarlo, in settimana mi ha dato dei segnali, primo tempo molto convincente".