Liverani: “Una vittoria che vale più di tre punti”

Il tecnico Fabio Liverani ha parlato ai microfoni di Sky al termine di Lecce-Lazio. Di seguito le sue dichiarazioni.

Questa vittoria vale più di 3 punti. Questa squadra aveva trovato un percorso prima della sosta, con 10 punti in 4 partite. Il lockdown ha azzerato tutto. Abbiamo perso giocatori e condizione fisica. Abbiamo fatto grandissima fatica. Stiamo recuperando dei giocatori, i ricambi servono in queste partite. Oggi la squadra ha dato tutto. Abbiamo fatto un primo tempo eccezionale eppure eravamo sull’1-1 per errori nostri. Questa vittoria porta punti pesanti, mi auguro che i ragazzi possano giocare con più serenità. Majer? I suoi 25 minuti sono fondamentali per il futuro. Deiola? Per quello che stava passando non doveva più giocare ma ha preferito rientrare e posticipare l’operazione. Barak non vuole saltare un minuto. Babacar ha fatto benissimo ma al 50° ha subito un problema. Le assenze per noi sono molto pesanti. Gabriel? E’ un ragazzo sensibile, per lui l’errore poteva essere un macigno. Deve giocare con più serenità ed essere delle volte meno bello in certe situazioni ma più efficace perché bisogna capire il momento in cui ci troviamo. Crearci delle difficoltà da soli è un dispiacere per lui. Dobbiamo cercare di assottigliare gli errori gratuiti che cominciano ad essere troppi. A Gabriel ho detto di alzare la testa, di stare sereno e lavorare, ha fatto degli errori ma non deve sentirsi responsabile, ci ha fatto guadagnare dei punti. I ragazzi sono in gara per la salvezza e questo era quello che ci eravamo prefissi. Il Lecce forte con le big? Non possiamo scegliere dove fare punti e dove no, possiamo farli e al tempo stesso non farli con tutti. Il primo anno di serie A le difficoltà sono tante e noi ne abbiamo avute per diverse motivazioni. Dobbiamo gestire la squadre negli impegni ravvicinati, dobbiamo essere bravi a recuperare le forze e sperare che quanto abbiamo subito alla ripresa non ci ricapiti alla fine. Contro la Lazio abbiamo ritrovato la consapevolezza, questa vittoria fa impensierire anche le nostre avversarie. Il nostro gruppo è sano, ci tiene ed una parte è anche merito dell’allenatore. Per fare risultati ci vogliono grandi uomini oltreché grandi giocatori“.