Liverani: “Abbiamo pagato fisicamente gli impegni ravvicinati. Con il Genoa sarà una finale”

Al termine di Lecce-Fiorentina, Fabio Liverani ha commentato la sconfitta del suo Lecce. Di seguito le sue dichiarazioni.

Abbiamo pagato fisicamente la terza partita in una settimana. Per me diventa molto difficile giocare in continuazione. Farias ha fatto bene ma era affaticato, così come Babacar. Barak e Mancosu erano stanchi, abbiamo tante difficoltà e siamo contate. Abbiamo 13/14 giocatori, dopo due prestazioni ottime con Lazio e Cagliari gli stessi giocatori mentalmente e fisicamente non erano molto dentro la partita. Con squadre con la qualità della Fiorentina puoi pagare gli errori a caro prezzo. Sappiamo il nostro percorso, domani vedremo Torino-Genoa e poi ci prepareremo allo scontro diretto proprio con il Genoa. Queste sono partite che si preparano da sole, sarà uno scontro diretto alla pari. Sarà una finale da non perdere. La mente farà la differenza, chi sarà più lucido correrà meno rischi. Poi ci saranno altre quattro partite con 12 punti in palio che sono tanti. Dobbiamo ricaricare le batterie, cercheremo di fare il massimo e di recuperare chi ha giocato tanto ultimamente. Oggi il dispiacere è aver steso il tappeto rosso alla Fiorentina, gli errori si pagano tanto. Non abbiamo tempo per lavorare sugli errori dovendo giocare ogni tre giorni. Lapadula? Non è la soluzione ai problemi, viene da un lungo tempo di inattività. La stanchezza e la difficoltà possono accentuare gli errori. Ribery? Non lo scopro io, un giocatore come lui sposta gli equilibri per giocate e per personalità. Il mio futuro? Ora dobbiamo parlare solo delle prossime cinque partite per compiere un ulteriore miracolo sportivo. Falco? Ha un problema che si porta da tempo, domani lo valuteremo. Questo Lecce può vincere con tutti e perdere con tutti, in un momento come questo post-pandemia per noi è più complicato, oggi avevo 4/5 giocatori di Primavera 2. Non sono scusanti, ma difficoltà oggettive. Questa squadra quando si pensa che non può farcela, tira fuori delle forze che stupiscono e sono convinto che in queste cinque partite stupirà ancora tanti”.