Calderoni: “Con la Roma servirà una partita di carattere, cercheremo di conquistare punti”

Marco Calderoni ha parlato in conferenza stampa, nella settimana che porta alla sfida di domenica alle 18 all’Olimpico fra Roma e Lecce. Di seguito le sue dichiarazioni.

L’INFORTUNIO –Sono passati quasi due mesi dall’infortunio, ripartire non è semplice bisogna adattarsi ai ritmi della partita è completamente diversa. All’inizio ho fatto un po’ più fatica, non era semplice. Questo è stato il primo infortunio che mi ha tenuto fermo quasi due mesi non mi è mai successo prima in carriera. Avevo un’edema alla caviglia, tuttora ho fastidio e me lo porterò avanti per un po’. Abbiamo fatto le cose con più calma per il rientro“.

LA ROMA –Con la Roma all’andata non c’è stato un grosso divario, ma sappiamo che è una squadra tosta, magari non sta passando un bel periodo, all’opposto di noi. Cercheranno di riprendersi contro di noi ma noi faremo sì che questo non accada. Dobbiamo fare una partita di personalità e carattere. Sappiamo che la Roma è una squadra forte con un tasso tecnico elevato, loro lotteranno per cercare di restare attaccati all’Atalanta. Sappiamo i problemi che possiamo affrontare e ci stiamo preparando. Hanno giocatori di livello alto. Il loro giocatore più rappresentativo è Dzeko ma hanno esterni brevilinei molto forti. Portiamo rispetto a tutte le squadre non dobbiamo avere paura sappiamo quello che possiamo dare, anche con le big abbiamo portato a casa risultati inaspettati. Ci aspettano partite difficili ma adesso pensiamo alla Roma e a uscire con dei punti dall’Olimpico“.

IL PROLUNGAMENTO DEL CONTRATTO –Ci sono quasi ma non ci sto pensando. Mi farebbe piacere, significa che qualcosa di buono la sto lasciando“.

I COMPAGNI DI SQUADRA –Vera? Riponiamo fiducia in lui, a livello di risultati è stato un periodo non facile e il mister ha fatto le sue scelte. Ha vent’anni e ha un fisico pazzesco, secondo me se ne riparlerà di lui. Donati? Lo conoscevo dai tempi di Grosseto, ha fatto una carriera importante all’estero ed è un giocatore affidabile. I nuovi? Con Barak mi sono trovato bene all’ultima partita, per me è un giocatore stratosferico. Si è inserito subito e quando arrivo dà la mano a tutti, il suo modo di salutare ti fa capire che persona è. Saponara ha qualità elevatissime. Tutti i nuovi hanno alzato il tasso tecnico“.

LA LOTTA SALVEZZA –Con i nostri risultati abbiamo portato dentro la lotta salvezza più squadre ma io penso che noi dobbiamo pensare a noi e al nostro obiettivo. Dobbiamo dare continuità ai risultati fatti finora“.

IL NUOVO MODULO E I GOL –Con il 4-3-2-1 per me non cambia molto, il mister mi chiede sempre di spingere e di difendere. Per quanto riguarda i gol spero di tornare a segnare, fare gol fa sempre piacere, anche se non arriva e magari lo faccio fare a qualcun altro però va bene lo stesso“.