Al termine della partita tra Lecce e Inter in sala stampa si sono presentati i due tecnici: Fabio Liverani e Antonio Conte. Di seguito le loro dichiarazioni.

LIVERANI

Credo che la squadra abbia fatto un’ottima partita. Ha subito quando c’era da subire lottando contro una grande formazione concendendo il giusto. Non voglio dare alibi, ma a questa squadra quando mancano diversi elementi si sente. Io sono tre anni che sono a Lecce. Il mercato? Ci sono delle tempistiche da rispettare per un club come il nostro. Noi venivamo da un momento delicato, la squadra non meritava di perdere ed ha difeso come doveva. In più ha creato diverse azioni gol che non sono da non sottovalutare se fatte all’Inter di Conte. Il cambio di modulo ha permesso di dare serenità ai difensori centrali ma sottolineo anche la prestazione di Petriccione che è stata la migliore da quando è a Lecce. Ho chiesto alla società doppi nei ruoli che possano creare competitività anche negli allenamenti visto che in settimana sono costretto a chiamare giovani del settore giovanile per allenare la squadra con un numero congruo per preparare le partite“.

CONTE

Noi siamo una squadra che deve andare sempre a 200, nel momento caliamo la squadra non rende e si abbassa il livello. Quando non riusciamo ad andare al massimo della velocità diventiamo una squadra normale. Oggi il Lecce ha cambiato il sistema di gioco passando da un 4-3-1-2 ad un 3-5-2 ed ha giocato molto basso dandoci poche possibilità di ripartenza. Se andiamo a velocità di crociera non possiamo portare quei risultati conseguiti nel girone d’andata. Per me c’è sempre una grande emozione quando torno a Lecce. Questa partita che emozioni mi ha regalato anche dal punto di vista ambientale? Qui al Via del Mare ho passato la mia infanzia facendo il raccattapalle e giocare per la prima squadra. Il cambio di modulo me lo aspettavo? Penso che Liverani si sia fatto due conti cambiando sistema. Complimenti al loro per la grandissima partita che hanno fatto“.