Questa volta il portiere del Lecce Gabriel è stato protagonista positivo della giornata nonostante il pesante passivo che la sua squadra ha subito con i 3 gol incassati. Nelle scorse partite si è reso protagonista di clamorosi errori che hanno determinato fortemente il passivo della sua squadra ma stavolta ha ribaltato i ruoli risultando invece tra i migliori, se non il migliore, tra i suoi compagni.

L’estremo difensore brasiliano in effetti ha salvato in più occasioni il risultato quando si era sullo 0-0 attraverso degli interventi strappa applausi su Palacio, Orsolini e compagni. Si è poi superato quando è riuscito persino a sventare un maldestro tentativo di autogol di Fabio Lucioni mandando la palla in angolo. Poi, quando le cose si sono messe male, ha comunque chiuso la porta in diverse occasioni difendendola dai gol di Palacio e compagni e riuscendo a contenere il passivo con cui ha contribuito ad un simpatico quando breve sogno di rimonta svanito con i tre fischi finali di Abisso.

Al termine dell’incontro, il calciatore giallorosso è stato l’unico a presentarsi nella mix zone del Via del Mare dove ad attenderlo c’erano i giornalisti che gli hanno rivolto le domande sul match appena concluso: “Dobbiamo ripartire dalla voglia di fare e dallo spirito di sacrificioha spiegato con rammarico -. Giochiamo con tanta voglia di fare bene. C’è da lavorare bene e ripartire con tanta voglia. Noi sappiamo il nostro percorso. Sappiamo il campionato che dobbiamo fare, una sconfitta non ci può condizionare, anche se oggi abbiamo sbagliato parecchio”.

Il suo contributo in questa stagione è fino ad oggi comunque positivo nonostante, con i 35 gol subiti, risulti far parte della peggiore difesa del campionato. Un primato che condivide con il reparto difensivo del Genoa ed il collega portiere Radu: anche loro posseggono la peggiore difesa del campionato avendo incassato 35 reti.