Meccariello: “Il Perugia squadra di qualità, in campionato ancora nulla è scontato”

Biagio Meccariello ha parlato in conferenza stampa al “Via del Mare”.

Queste le dichiarazioni del difensore giallorosso: “Tutti gli impegni sono delicatissimi a questo punto del campionato, noi siamo pronti ad affrontarli. Il Perugia è un po’ deluso e vorrebbe i playoff, noi invece abbiamo questa sfida con noi stessi per vedere dove riusciremo ad arrivare dopo le prossime quattro partite. Il Perugia è una squadra forte giovane e strutturata che in casa ci ha messo in difficoltà, riguarderemo la partita d’andata per non sbagliare e capire dove migliorare. Con il mister cerchiamo sempre di trovare aspetti da migliorare, ogni partita ci dà degli spunti. Ogni partita presenta delle difficoltà, per il nostro modo di giocare facciamo meno fatica contro le squadre che la giocano a viso aperto rispetto alle squadre che si chiudono in difesa, contro le quali troviamo qualche difficoltà finché non riusciamo a sbloccare la partita. Il girone di ritorno è difficile per tutti, sia per chi deve far punti per inseguire un sogno sia per chi deve salvarsi. In difesa siamo contati, i numeri dicono questo, ma chiunque ha giocato ha sempre fatto bene. Il mister ha avuto sempre bisogno di tutti e se siamo lassù in classifica è perché abbiamo sempre fatto qualcosa di positivo. Il mister mi ha dato molta fiducia anche quando ho commesso degli errori e per questo lo ringrazio. Il Perugia ha una rosa di qualità, il pericolo principale è Verre che sta spostando gli equilibri a centrocampo. In attacco Han è un ragazzo molto veloce, così come Sadiq. Il calcio insegna che fino alla fine nulla è scontato, si può sempre ribaltare tutto soprattutto nelle partite finali, noi guardiamo in casa nostra sperando in un po’ di fortuna, ma ora dobbiamo concentrarci solo sul Perugia. Il Brescia? Ci sono stato l’anno scorso e c’era un ambiente difficile con una società nuova, si sono alternati tanti giocatori, allenatori e d.s., però la percezione che il progetto fosse importante c’era, infatti stanno facendo grandi cose. Io sono arrivato in B non avendo mai giocato da centrale, ho sempre giocato come terzino destro, poi mi sono strutturato fisicamente e mi sono spostato al centro della difesa, ma in caso di necessità posso anche adattarmi a destra“.