NON INGRANA

Il Cagliari degli ex Lecce sta facendo fatica in Serie B

Scritto da Filippo Verri  | 

Ben 6 ex Lecce: è un Cagliari a tinte giallorosse.
Dopo la dolorosa retrocessione in Serie B, i sardi si sono affidati a Fabio Liverani, un allenatore importante per la categoria che raggiunse una magica promozione nel Salento 3 anni fa.
Panchina e chiavi della squadra: il tecnico in sede di mercato ha avuto la possibilità di scegliere i propri uomini, così ha chiamato all'ordine dei trascinatori del suo Lecce.

Marco Mancosu ha coronato il sogno di una carriera e a 34 anni ha l'occasione di giocare per la squadra della sua terra. Al suo fianco, in mezzo al campo, Alessandro Deiola, che nel Salento non ha lasciato il segno come l'ex capitano: sette mesi e tante partite saltate causa infortunio per il metronomo della squadra.

In attacco la coppia Falco-Lapadula, a cui Liverani si affidò nel post-covid per provare a salvare la stagione dopo gli infortuni di Babacar e Farias e l'addio di La Mantia.
Infine, sulla corsia di sinistra del quartetto difensivo, Antonio Barreca, l'ex più recente, dato che ha lasciato i colori giallorossi lo scorso giugno al termine del prestito.

Nomi importanti, affiancati da altri calciatori piuttosto noti come Pereiro, Pavoletti, Nandez, Rog e Viola. Tuttavia, il Cagliari non ingrana.
I sardi navigano a metà classifica, tra play-off e play-out, con 19 punti conquistati in 16 partite.
Il sistema di gioco optato da Liverani è lo stesso che portò al Lecce ben due promozioni, però, sebbene molti interpreti abbiano fatto bene nel Salento (si pensi che Mancosu-Falco-Lapadula fu l'ultimo tridente), la squadra sta facendo fatica.

Giulini ha rinnovato la fiducia a Liverani, consapevole delle difficoltà fisiologiche di una squadra retrocessa: neppure Genoa e soprattutto Venezia se la stanno cavando benissimo.
Riuscirà la colonia giallorossa a ritrovare la propria identità in Sardegna?