header logo

Ylber Ramadani, centrocampista del Lecce, è stato ospite di Piazza Giallorossa ed ha analizzato il momento dei salentini dopo la sfida contro il Frosinone. Queste le sue parole: 

Partita difficile ieri, loro volevano vincere in casa ma noi siamo entrati in campo per prendere un risultato positivo. Abbiamo preso un punto importante contro una diretta concorrente ed interrompere la striscia negativa. Vincere in Serie A non è facile contro nessuno. Quando tiriamo verso la porta avversaria dobbiamo essere più cattivi, creiamo tanto ma dobbiamo fare più gol per prendere punti per la salvezza. 

Mancata vittoria

Il centrocampista albanese ha analizzato alcuni momenti della partita di Frosinone. 

Dopo il gol sul rigore pensavo potessimo vincere la partita ma va bene lo stesso. Sono contento per Krstovic perché segnare può farlo stare tranquillo per le prossime partite. Mi dispiace molto per Kaba, è un ragazzo bravissimo e spero torni presto. Ora dobbiamo pensare alle prossime due partite e cercare di ottenere il massimo.

Serie A 

Dalle sue parole traspare tutto l'orgoglio di giocare nel massimo campionato italiano. 

Sono molto contento di giocare in Serie A, per me è un sogno e mio padre è molto orgoglioso di vedermi affrontare grandi squadre. Io da piccolo lavoravo con lui, trasportando angurie. I tifosi mi danno tanto entusiasmo ed è incredibile tutto questo. Hjulmand? Ha fatto molto bene qua, era il beniamino di tutto il popolo salentino. Sono comunque molto contento del mio percorso ma il mio obiettivo è la salvezza. 

Ramadani e Lukaku

Rapporto con i tifosi

Il rispetto per la sua gente è il valore più importante che ha voluto trasmettere attraverso le sue parole. 

Vado sotto il settore ogni partita, sia dopo le vittorie sia dopo le sconfitte. Si tratta di una questione di rispetto nei confronti della gente che fa tanti sacrifici per sostenerci. Dico ai tifosi grazie per tutto quello che fanno per noi, sentiamo la loro vicinanza. Tutti insieme ce la faremo. 

Verona 

Il centrocampista era stato richiesto anche dal club veneto ma alla fine ha scelto Lecce

Il Verona mi ha cercato in estate. Però io ho detto subito al mio procuratore di venire al Lecce, fino adesso è stata una scelta giusta. Berisha mi ha detto che domenica segno contro il Verona, speriamo abbia ragione. Noi sappiamo che dobbiamo vincere domenica, ma ci aspettano 11 battaglie. Loro verranno qui con fiducia ma noi dobbiamo entrare in campo convinti.  Berisha è un ragazzo che lavora tanto, ogni giorno. È pronto per giocare e so che devo aiutarlo per farlo crescere. 

 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Palo, schiena, gol: quando per una volta tocca al Lecce