header logo

Ho promesso di onorare e sudare questa maglia fino alla fine perché per me è come se fosse una seconda pelle. Lecce mi ha insegnato che niente è impossibile, basta solo crederci. Ed io ci credo, crediamo insieme! 

Parole da leader, quello che Gallo ha scritto sul suo profilo Instagram, che fanno il paio con l'ottima prestazione fornita ieri. Il terzino dei salentini è cresciuto parecchio e sta diventando una colonna di questo Lecce. Con fatti ed atteggiamenti che ne confermano la maturità e ne stabiliscono la definitiva consacrazione anche in Serie A.

Un’altra ottima partita

L’esterno siciliano ha disputato un’altra ottima partita, nonostante il Lecce non sia riuscito ad ottenere punti nello scontro diretto contro il Verona. Difensivamente perfetto, ha annullato un cliente scomodo come Suslov ed è risultato molto propositivo anche in fase offensiva, sovrapponendosi spesso a Banda.

Verso la fine della partita è stato sostituito da Dorgu, tra i fischi di un Via Del Mare che non ha capito assolutamente la scelta di D’Aversa e ne ha contestato la decisione.

Antonino Gallo

La stagione di Antonino

Ormai è diventato il titolare di quella fascia. In questa stagione ne ha disputate già 25, 20 delle quali dal primo minuto. Ad inizio stagione ha vissuto un ballottaggio costante con Dorgu, mentre nelle ultime uscite D’Aversa ha preferito puntare sulla sua esperienza.

Le lacrime di fine partita rappresentano quello che quella maglia significa per il classe 2000. Gallo tiene al Lecce ed oggi non è riuscito a contenere il dispiacere per una sconfitta che condiziona il cammino dei giallorossi.

Come ha anche scritto sui propri social, adesso è il momento di rimanere uniti e di credere nella salvezza. Lui, insieme ai suoi compagni, dovrà ritrovare l’entusiasmo e la compattezza di inizio stagione per ritornare a correre verso una salvezza che il Lecce può e deve conquistare. 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Lecce, quanti allenatori hanno perso la testa prima di D'Aversa?