header logo

Il Lecce, approfittando della sosta per le Nazionali, prosegue la preparazione con i ragazzi rimasti nel Salento in vista della sfida contro il Monza, valevole per la quarta giornata di campionato.

I giallorossi hanno ottenuto nelle prime tre partite ben 7 punti, frutto di due vittorie e un pareggio, registrando il dato più elevato, da quando gioca in Serie A, di risultati utili consecutivi nelle primissime uscite stagionali, segnando 6 gol e subendone appena 3. Un avvio brillante, rispetto a quello dello scorso anno, dove avevano ottenuto un solo punto, andando a segno una sola volta.

Nonostante i buoni risultati e l’elevato piazzamento in classifica, non deve essere perso di vista l’obiettivo principale dei salentini, che rimane sempre e comunque la salvezza e la permanenza nel massimo campionato.

A tale proposito, come si stanno comportando le “rivali” dei giallorossi che lotteranno fino alla fine del campionato per non retrocedere?

Empoli

Partendo da chi ha iniziato peggio, per la squadra allenata da Zanetti i numeri non sono di certo confortanti: 3 sconfitte, contro Verona, Monza e Juventus, in questo avvio di stagione senza nemmeno segnare un gol. Dopo la tranquilla salvezza ottenuta lo scorso anno con diverse giornate di anticipo, per la formazione toscana servirà cambiare sicuramente rotta, iniziando a macinare punti a partire dalle prossime partite (tutt’altro che semplici) contro Roma e Inter, per non ritrovarsi nelle zone basse della classifica e compromettere la permanenza in Serie A.

Cagliari

Il Cagliari di Ranieri, dopo la promozione ottenuta nei minuti finali nella finale play-off contro il Bari, si ritrova con un solo punto in classifica maturato alla prima giornata sul campo del Torino con il risultato finale di 0-0. Anche per i sardi sarà importante, a partire dalla prossima sfida in casa contro l’Udinese, iniziare a ottenere punti per non rimanere nei bassifondi del campionato.

Salernitana

I granata hanno ottenuto in questo avvio di campionato due punti contro Roma e Udinese, per poi perdere nell’ultima giornata al Via del Mare contro i salentini. La vicenda del caso Dia, ha sicuramente mosso gli animi all’interno dell’ambiente che teme di non poter contare sui suoi bonus in questa stagione, come quanto fatto in quella passata, ma l’organico della squadra resta comunque completo e competitivo per guadagnare ancora una volta la permanenza nel massimo campionato.

Genoa

Il Genoa di Gilardino, dopo una sola stagione nel campionato Cadetto, torna in Serie A con l’obiettivo di restarci. L’arrivo di Retegui può essere sicuramente un innesto interessante nel reparto offensivo, dove ha già dimostrato una certa affidabilità e senso del gol, andando a segno nella sfida contro la Lazio e decidendo la partita. Proprio il successo contro i biancocelesti, è l’unico ottenuto, fino a ora, dal Grifone in queste tre prime giornate di campionato. I restanti due incontri, infatti, sono terminati con una sconfitta, rispettivamente contro Fiorentina e Torino.

Frosinone

La vincitrice dello scorso campionato di Serie B, rappresenta sicuramente una delle sorprese di questo avvio stagionale. Con il cambio di allenatore e l’arrivo di Eusebio di Francesco, i Ciociari hanno ottenuto ben 4 punti in classifica, grazie al pareggio ottenuto nell’ultima giornata contro l’Udinese e la vittoria davanti al proprio pubblico contro l’Atalanta alla seconda giornata. Nel primo incontro, invece, avevano perso contro i Campioni d’Italia dello scorso anno dopo essere momentaneamente passati in vantaggio grazie al rigore di Harroui.

Verona

La squadra di Baroni, dopo il Lecce, è tra le formazioni medio-piccole del nostro campionato ad aver iniziato meglio la stagione: due vittorie nelle prime due giornate contro Empoli e Roma e una sconfitta nell’ultimo match contro il Sassuolo. L’obiettivo è cercare di fare meglio rispetto alla salvezza guadagnata nella finale play-out contro lo Spezia, al termine di una stagione completamente al di sotto delle aspettative. L’inizio di questa nuova annata è sicuramente incoraggiante ma servirà costanza di rendimento per raggiungere il prima possibile il traguardo della permanenza.

Lecce-Napoli, dove vedere la partita in tv e in streaming: gli orari e le probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"