header logo

Roberto D'Aversa ha parlato ai microfoni della sala stampa nella conferenza pre Bologna-Lecce.

La partita

Per Bologna parte un Lecce con la volontà di fare la prestazione come sempre, con la speranza di aggiungerci la determinazione giusta per fare punti. Da parte nostra ci deve essere la volontà di fare risultato fuori casa. Questa squadra crea tanto, è un aspetto positivo. Dobbiamo concretizzare quello che di buono costruiamo. Credo che nel complesso ci siano tanti aspetti positivi, poi si può sempre migliorare.

La gara di andata

Il Bologna sta facendo un campionato importante, sono sesti e si sono rinforzati a gennaio. Nella partita di andata abbiamo fatto benissimo nel primo tempo, poi loro sono stati bravi nella ripresa a passare in vantaggio. Infine ci è stato assegnato dal VAR un rigore netto. Indipendentemente dalla gara di andata, dobbiamo essere bravi a giocare compatti, perché loro sono completi e ben allenati da Motta, che stimo molto.

Il percorso di crescita del Lecce

Più che la vittoria sulla Fiorentina, ricorderò sempre quello che è accaduto alla fine di Genoa-Lecce: rabbia, delusione. Una sconfitta che non meritavamo ma purtroppo è successa.

Assente Gendrey: tocca a Venuti oppure a Baschirotto come terzino?

Lorenzo Venuti

Le soluzioni sono quelle. Venuti avrebbe meritato un po' di spazio: inizialmente ha pagato un infortunio, poi il campionato importante di Gendrey. Non ci sono comunque perplessità: Lorenzo gode della mia massima fiducia ed è pronto.

Quanto hanno pesato le assenze di Banda e Almqvist

Non a caso la vittoria contro la Fiorentina è coincisa con la prima volta che hanno giocato insieme dal primo minuto, dopo diverse settimane di assenza di uno o dell’altro. Tra infortuni e Coppa d'Africa sono mancati e sono state assenze importanti. Da parte nostra ci deve essere la volontà di dare soddisfazioni ai tifosi che ci seguono fuori casa, facendo sacrifici economici importanti.

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Bologna-Lecce: i convocati dei giallorossi