header logo

Continuità ma anche diverse novità in ambito arbitrale per la Serie A. Oggi il presidente dell’Aia Carlo Pacifici ha ricordato come la scorsa stagione si siano contati oltre 30mila associati, con 2250 donne, un trend in aumento rispetto al recente reclutamento ed ha aggiunto. Ecco di seguito le sue parole:

“Cinque i passaggi di arbitri dalla C alla Can, lasciano 8 arbitri tra cui Miele, Paterna, Serra e tre che si sono dimessi cioè Irrati, Maggioni e Valeri e che magari ricopriranno altri ruoli. Anche Luca Banti assumerà un incarico dirigenziale e così pure l’ex presidente Aia Trentalange. Premiamo per la scorsa stagione Maresca e Chiffi. Per quanto riguarda le nomine al settore tecnico resta Matteo Trefoloni, alla Can c’è la conferma di Gianluca Rocchi, con lui in commissione D’Amato, Tommasi e Tonolini. Alla Can C confermato Maurizio Ciampi, alla Can D confermato Alessandro Pizzi”. 

Il designatore Gianluca Rocchi, invece, dal canto suo, ha fatto il punto riguardante il caso Marco Serra ed alcuni addii illustri tra i direttori di gara:

“Marco Serra è stato dismesso solo per motivi tecnici, mi dispiace aver letto altro. Con Mourinho ha sbagliato, è stato fermato e poi è stato assolto. Mi auguro che il caso sia chiuso. Un problema Roma e Mourinho con gli arbitri? Se un nostro arbitro avesse problemi ad arbitrare la Roma gli diremmo che non è il suo mestiere, nessuno ha mai chiesto una cosa del genere e mi auguro che tutti ambiscano ad arbitrare in stadi importanti. Non esiste nessun caso Roma ma chiediamo sempre educazione nei confronti degli arbitri. Oggi abbiamo oltre 60 persone in distinta e per noi in campo è un problema. L’obiettivo nostro è avere 0 espulsioni a giornata ma se qualcuno va fuori dalle righe…Esistono delle regole che valgono per tutti e vanno rispettate”.

Gabriele Gravina, infine, ha annunciato la diffusione audio dei dialoghi tra direttori di gara e Var. Questa  sarà trasmessa un giorno alla settimana su Dazn:

“Gli arbitri rappresentano la spina dorsale del movimento calcistico italiano, è una categoria che ha sempre avuto coerenza e si è sempre ispirata a valori etici, con questa eccellenza sfideremo qualsiasi tentativo di screditare l’attività dei nostri arbitri, già ci sono stati troppi danni mentre dobbiamo riconoscere meriti a queste persone che hanno diritto a rispondere agli attacchi, spesso maleducati. Vogliamo punire severamente la violenza contro gli arbitri. Insieme a Dazn abbiamo preso un’iniziativa, manderemo in un giorno della settimana da definire un audio legato agli episodi che richiedono un chiarimento, vogliamo che ci sia la massima trasparenza possibile. Gli arbitri ci metteranno la faccia, non hanno nulla da temere. Il progetto editoriale è Aia, ci saranno anche altre voci, l’audio è nella disponibilità della Figc, il video della Lega e dell’emittente che si aggiudicherà il bando. Qualche pillola la abbiamo già registrata, capiremo quanto sia difficile per l’arbitro guardare, sentire ed ascoltare quanto avviene in campo”.

locandina open day
locandina open day
"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"

💬 Commenti