header logo

Lino De Lorenzis, giornalista della redazione sportiva del Nuovo Quotidiano di Puglia, è intervenuto durante l’ultima puntata di "PL TALK", andata in onda sul canale TWITCH di Pianetalecce ieri pomeriggio.

Questo il suo pensiero su Monza-Lecce: “Sono state due partite. Quella fino al decimo minuto del secondo tempo e quella che si è giocata dall'undicesimo in poi dopo l'espulsione di Baschirotto. Nella prima parte il Lecce ha disputato una buonissima partita, partendo molto bene e conquistandosi subito il calcio di rigore. A parte il gol subito e un paio di occasioni pericolose, i giallorossi si sono comportati bene in campo e sostanzialmente il risultato del pareggio è stato corretto. Nella ripresa, dopo l'espulsione di Baschirotto, il Monza ha preso il sopravvento ed il Lecce era in chiara difficoltà. D'Aversa ha poi sistemato bene la squadra con un 4-4-1 ed ha rischiato tantissimo, ma Falcone ha fatto il suo dovere parando tutto e confermando di essere uno dei migliori portieri italiani in circolazione”.

De Lorenzis prosegue rispondendo alle domande dei nostri lettori: “Kaba? Non mi è dispiaciuto. Nella prima parte ha dato equilibrio alla squadra deliziandoci anche con una giocata di tacco che ha smarcato Almqvist sulla destra. A me è piaciuto, non ha fatto benissimo ma ha fatto il suo. Chi non mi è piaciuto? Pongracic. Se andiamo a rivedere la partita lui parte male. Nell'episodio del gol lui esce lasciandosi attrarre dall'avversario e sguarnendo così la difesa. Stesso errore lo fece nella partita con la Lazio seguendo Immobile. A volte è troppo sicuro per non dire superficiale. Nel secondo tempo, in area di rigore, ci sono stati due o tre palloni che sono passati davanti a lui sui quali non è intervenuto. In quelle situazioni bisogna essere cattivi perchè ogni partita il Lecce la deve giocare come se fosse una finale. Lui deve migliorare dal punto di vista mentale perchè tecnicamente se li mette tutti nel taschino”. 

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"