L'EX

L'ex Persano riparte dalla D: giocherà con la Luparense

Scritto da Filippo Verri  | 

Mattia Persano, ex attaccante del Lecce, è stato uno dei protagonisti del girone E del campionato di Serie D 2021-22. Con la maglia dell'Arezzo il centravanti nativo di San Donato di Lecce ha trovato continuità di rendimento, prendendosi il ruolo da protagonista in una piazza ambiziosa.

Un'esperienza positiva che gli è valsa la conferma nella categoria: ad ingaggiarlo ci ha pensato la Luparense, militante nel girone C.

LA NOTA

La Luparense FC rende noto di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive per la stagione 2022/2023 di Mattia Persano, attaccante classe 1996 proveniente dall’Arezzo. La società accoglie con soddisfazione l’ approdo del giocatore a San Martino di Lupari , augurandogli sin da subito buon lavoro in vista dell’ imminente inizio della nuova stagione sportiva“.

LA SCHEDA

Persano ha compiuto tutta la trafila del settore giovanile del Lecce fino ad arrivare all’esordio in prima squadra. Nel campionato Primavera, inoltre, ha vestito anche le maglie prestigiose di Napoli e Bologna. Ha fatto parte della rosa del Lecce nelle stagioni 2016/17 e 2017/18. Nel mezzo due brevi esperienze con Siracusa e Modena. Nel 2018 ha potuto festeggiare la promozione dalla serie C alla serie B con i giallorossi: per lui, nato e cresciuto calcisticamente nel Salento, è stato il coronamento di un sogno poter centrare un risultato così prestigioso con la maglia della sua città. L’anno seguente si è trasferito all’Arezzo, prima di provare un’esperienza all’estero nella serie A romena con l’Hermannstadt. Rientrato in Italia, ha giocato con Rieti e Turris, fino all’estate scorsa, quando si è accasato alla Vibonese.

A gennaio è arrivato il ritorno all’Arezzo e sin da subito Persano si è messo in mostra, inanellando reti e ottime prestazioni. Da gennaio in poi ha segnato la bellezza di 9 gol, alcuni dei quali di pregevolissima fattura. Di piede o di testa, sa essere implacabile all’interno dell’area di rigore, dove riesce a far valere il suo fiuto del gol e la capacità di trovare la via rete anche con giocate estemporanee e non banali. 

Il bomber di San Donato sta dimostrando di avere le carte in regola per costruirsi un futuro da protagonista.