header logo

Dopo la batosta subita contro il Napoli, i giallorossi di mister D’Aversa a seguito di un sorprendente inizio di campionato con 3 vittorie e 2 pareggi nelle prime uscite ufficiali, hanno rallentato la loro corsa in classifica negli ultimi due incontri, perdendo rispettivamente contro la Juventus e, appunto, contro i partenopei, subendo ben cinque reti e non riuscendo a segnarne nemmeno una.

Quella di venerdì sera contro il Sassuolo, sarà pertanto l’occasione giusta per rilanciarsi, evitando un ennesimo passo falso per regalare, nuovamente, gioie ai propri tifosi.

Contro gli emiliani, sarà il quarto incontro nella storia dei due club a giocarsi al Via del Mare. Il dato non è favorevole ai salentini che non hanno mai vinto, pareggiando due incontri e perdendone uno con, in totale, 2 gol all’attivo e 3 subiti.

Il primo precedente risale alla stagione 2009/10 nel campionato di Serie B: la partita terminò a reti bianche ma per i giallorossi fu un pareggio dal dolce sapore. Al termine di quell’incontro, infatti, il Lecce di mister De Canio festeggiò la promozione nel massimo campionato, vincendo per la prima volta nella propria storia quello Cadetto al termine di una straordinaria cavalcata che lo rese assoluto protagonista.

Il secondo precedente, risale alla stagione 2019/20 con Liverani in panchina. La gara terminò ancora una volta in parità, con il punteggio di 2-2. Fu un match ricco di emozioni e continui stravolgimenti: al gol di Lapadula rispose quello di Toljan in favore dei neroverdi mentre a quello di Falco, su punizione, rispose quello di Berardi nei minuti finali, a spezzare l’entusiasmo dei giallorossi.

Infine, l’ultimo incontro risale alla scorsa stagione. A imporsi, furono gli emiliani grazie a una rete, nel secondo tempo, di Thorstvedt che decise la partita.

Lecce-Sassuolo, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"