PRIMAVERA 1

Samek dà spettacolo e Borbei para un altro rigore: il Lecce supera il Sassuolo

Scritto da Filippo Verri  | 

Arriva un'altra grande vittoria per il Lecce Primavera che nel quindicesimo turno di campionato ha battuto fuori casa il Sassuolo, stabile da diverse giornate nella parte alta della classifica.
Il match, terminato 2-3, è stato ricco di emozioni.

Gli ospiti hanno sbloccato il punteggio dopo dieci minuti con Corfitzen. L'esterno danese è stato servito al limite dell'area da Berisha e con un mancino a giro ha trovato l'angolino.
Cinque minuti dopo, il raddoppio degli uomini di Coppitelli; a trovare la gioia del gol Hasic, che ha incornato il pallone su corner.

Tra i padroni di casa si accende D'Andrea (classe 2004 con 5 presenze da titolare in A) ed è proprio dai suoi piedi che nasce l'occasione per accorciare le distanze, sfruttata da Bruno.
Al ventisettesimo, però, il Lecce allunga nuovamente; il gol è di Salomaa, pronto a metterla dentro a porta vuota su ribattuta del portiere, ma tutti abbracciano Samek. L'ex Slavia Praga ha compiuto una magia dribblando tre uomini e trovando lo specchio della porta. Il suo tiro angolato è stato parato ma l'esterno finlandese ha poi siglato il terzo gol.

Nella ripresa brivido per il Lecce, troppo lezioso in alcune circostanze. Bruno accorcia nuovamente le distanze e nell'azione successiva il Sassuolo, con un rigore dubbio, ha l'occasione per ristabilire la parità. D'Andrea incrocia con potenza ma viene murato da Borbei, che para l'ennesimo penalty stagionale. Termina 2-3 ed il Lecce va ad un punto dai play-off grazie alla seconda vittoria consecutiva.

IL TABELLINO

Marcatori: 10' Corfitzen (L), 15' Hasic (L), 22', 61' Bruno (S), 27' Salomaa (L)

Sassuolo (4-3-2-1: Zacchi; Mandrelli (56' Cinquegrano), Cannavaro (56' Leone), Miranda, Ryan; Abubakar, Kumi (81' Sasanelli), Toure (46' Casolari); D'Andrea, Bruno; Russo (69' Baldari). A disp. Theiner, Scacchetti, Loeffen, Pieragnolo, Lolli, Zafferri, Foresta, Martini, Henriksen. All. Emiliano Bigica.

Lecce (4-3-3): Borbei; Dorgu, Hasic, Pascalau, Munoz; Samek, Vulturar, Berisha (84' Russo); Salomaa (77' Kljun), Burnete (84' Bruhm), Corfitzen (73' Daka). A disp. Moccia, Leone, Ciucci, Minerva, Gueye, Borgo, Hegland, Milli. All. Federico Coppitelli. 

Ammoniti: Russo (S), D'Andrea (S), Burnete (L), Borbei (L)