header logo

La Lazio ha perso ancora in campionato, questa volta in casa contro il Genoa. Retegui ha firmato il vantaggio ed il definitivo 0-1 all'Olimpico. I biancocelesti dunque sono a 0 punti in classifica dopo due giornate, solo Sabato scorso avevano perso al Via del Mare contro il Lecce in una gara che inizialmente aveva visto la squadra di Sarri in vantaggio.

L'allenatore dei biancocelesti è intervenuto ieri in sala stampa per cercare di dare un senso a queste sconfitte:

“Due partite completamente differenti. Quella di Lecce è stata una partita in apatia, questa sera (ieri, ndr) abbiamo approcciato male ma per ripercussioni che ci aveva lasciato la gara precedente. Alla fine abbiamo fatto una buona gara, non abbiamo mollato, ci è mancato un pizzico di lucidità, di qualità. Non abbiamo mai consentito al Genoa di ripartire, sotto alcuni punti di vista è un passo in avanti enorme rispetto a Lecce. Adesso dobbiamo ritrovare la qualità dei nostri giocatori di qualità. Ho visto un periodo di apatia mentale che è sfociato nella gara di Lecce. Fatica mentale e fisica e vai in acqua con il cervello, la disponibilità i ragazzi la devono dare nei confronti del collettivo, con i singoli non siamo competitivi lo siamo nel gruppo. Oggi i giocatori erano al servizio della squadra, serve più qualità, adesso facciamo fatica a saltare l’uomo. Vi ho spiegato i motivi per cui possono succedere queste cose. Nessuno cerca alibi, è oggettivo che abbiamo fatto male”.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"