header logo

Archiviata la stagione 2023-2024, con un campionato clamoroso che ha visto i salentini salvarsi con tre giornate d’anticipo, il Lecce può concentrarsi sulla preparazione e programmazione del prossimo futuro.

I tifosi giallorossi, contenti di aver confermato per il terzo anno consecutivo la Serie A, hanno una sola grossa curiosità in testa. Ovvero quanto il Lecce potrà spendere in vista del calciomercato estivo alle porte.

Lo scorso anno, colpo Krstovic a parte, il Lecce si è mantenuto sulla consueta politica basata su acquisti poco onerosi e stipendi piuttosto bassi, per evitare di sovraccaricare le casse societarie, in particolare dopo un periodo post Covid piuttosto pesante. 
 

Ma c’è chi ora spera che Sticchi Damiani e soci possano garantire qualche spesa maggiore per rinforzare la squadra di Gotti.

Baroni alla Lazio, il comunicato della Curva Nord: "Una gestione provinciale"
Roma: gli occhi su Wladimiro Falcone, ma il problema è il prezzo