header logo

Il Napoli quinto in classifica a +2 dal Lecce e a -7 dal Milan fa discutere e mette in discussione la leadership di Garcìa in panchina. Le due sconfitte, i due pari, un gioco altalenante e non espresso in maniera decisa, il fatto che sia un lontanissimo parente dal Napoli di Luciano Spalletti, sono segnali di un malcontento che ha fatto capolino anche nella testa di Aurelio De Laurentiis. 

Garcia sulla panchina al Via del Mare

Cosa accadrà nelle prossime ore a Napoli

Previsto in queste ore un faccia a faccia tra il presidente dei partenopei e l'allenatore francese che aveva lasciato la Campania per tornare in patria dopo l'ultimo match di campionato.

L'idea di De Laurentiis sarebbe quella di proporre un recesso consensuale con una indennità di quasi 3 milioni di euro a fronte del risparmio di un altro anno di contratto. 

Intanto però è tornato a Castel Volturno per allenare la squadra priva dei Nazionali. Il tecnico è atterrato alle 12 a Capodichino ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni alla stampa.

Antonio Conte prima del Si

Prima di dire sì alla nuova avventura, Conte vorrebbe avere la certezza di avere pieni poteri all'interno del club azzurro, per il resto sarebbe entusiasta di sedere su una panchina ritenuta prestigiosa e con una Rosa all'altezza della situazione.

Secondo ex Lecce nell'organico azzurro

Se dovesse accettare l'incarico, sarebbe il secondo ex Lecce nell'organico del Napoli. In estate infatti Mauro Meluso aveva accettato il ruolo di direttore sportivo.

Udinese-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"