header logo

Il presidente Saverio Sticchi Damiani è stato intervistato da Sky Sport.

Inizio di stagione e filosofia

“Lecce è un posto magico, per me è il modo più intenso, bello e profondo per vivere la mia salentinità. Devo dire la verità, ho guardato la classifica, ma sono molto realista e so quanto il calcio possa essere crudele. 7 punti sono belli, però restiamo una squadra giovane. Avere una squadra di proprietà è l'unico messaggio che possiamo far partire da una società del profondo sud che possa essere sostenibile e avere bilanci ordinari. Che cerca di reinvestire i proventi per migliorarsi sempre di più, non solo dal punto di vista dell'organico ma anche nelle strutture. La gente ha capito questo meccanismo, azionato in estate con la cessione di Hjulmand”.

Corvino

“Non è facile arrivare primi in un campionato Primavera quando ci si misura con realtà che hanno tutt'altra dimensione. Da lì credo parta il serbatoio importante nei prossimi anni. Corvino è una persona di una modernità di pensiero assoluta. È un avanguardista, dietro ogni scelta ci sono capacità e coraggio di rischiare”.

Krstovic

"È bello vedere che quando un cross arriva in area c'è un ragazzo sempre pronto. Sembra abbia il gol sempre nel DNA, potrebbe essere l'ennesima intuizione di Corvino che sugli attaccanti è bravo".

Strefezza

“Il modo in cui capitan Strefezza va in panchina e poi subentra… mi ha molto colpito”.

D'Aversa

“D'Aversa è un allenatore da Lecce per voglia, motivazione e preparazione. Vuole fare le cose bene, un perfezionista. Voglio cercare di tutelare questa sua partenza: ha a disposizione un gruppo costruito per salvarsi all'ultima giornata e tutto il resto sarebbe un di più".

Sogni

“Il giorno lavoro da presidente, la sera sogno da tifoso. Ho gli stessi sogni di tutti i tifosi”.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"